Rispetto delle soglie per i bilanci: una priorità per le Microimprese

//Rispetto delle soglie per i bilanci: una priorità per le Microimprese

Rispetto delle soglie per i bilanci: una priorità per le Microimprese

2020-03-05T10:39:57+00:00Bilancio e Società|0 Commenti

Un’attenzione particolare alle soglie per poter beneficiare delle agevolazioni previste per quanto riguarda la redazione del bilancio di esercizio e per non incorrere negli obblighi previsti dalla nuova normativa (il cosiddetto Codice della Crisi) relativi agli organi di controllo. E’ questa una delle priorità attuali per le cosiddette microimprese, in un momento in cui si è alle prese con i controlli e la raccolta della documentazione necessaria per la redazione del bilancio d’esercizio concernente il 2019.

Le microimprese, in funzione delle limitate dimensioni, godono dell’esonero della redazione della Nota Integrativa, della Relazione sulla Gestione (sempre che le informazioni previste dall’articolo 2435-ter del Codice Civile siano presenti in calce allo Stato Patrimoniale) e del Rendiconto Finanziario oltre alle semplificazioni dei dati da presentare nel Conto Economico e dello Stato Patrimoniale. Si può beneficiare di tali agevolazione, tuttavia, rispettando determinati limiti. Il riferimento è, nello specifico, al limite totale dell’attivo dello Stato Patrimoniale fissato in 175.000 € ed il limite ai ricavi di vendita e prestazione pari a 350.000 €. I dipendenti medi impiegati durante l’esercizio devo essere di massimo 5 occupati.

Nel caso in cui per due esercizi consecutivi vengono superati due parametri scatta il bilancio semplificato: bisognerà rispettare quanto previsto dal principio contabile OIC 29 che regola il passaggio dalla redazione di un tipo di bilancio ad un altro. Ma non è l’unica conseguenza dello sforamento dei vincoli. Nel momento in cui si superano i vincoli sopra citati, a partire da quest’anno, è necessario fare attenzione anche al superamento dei limiti per la nomina dell’organo di controllo recentemente modificati dal Codice della Crisi d’Impresa. Ci riferiamo al totale attivo (4.000.000 €), al totale dei ricavi di vendita e prestazioni (4.000.000 €) ed al totale del numero di dipendenti (20). A tal proposito basta il superamento anche di un solo indice per due esercizi di fila.

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento