Richiesta incontro per azione su ISA

//Richiesta incontro per azione su ISA

Richiesta incontro per azione su ISA

2019-09-06T19:26:26+00:00News Sindacali|0 Commenti

Alle Associazioni
Confprofessioni
API
CNA
Confindustria
Confimi Industria
Confcommercio
Confesercenti
Confartigianato
Rete Imprese Italia

Roma, 28 agosto 2019

Oggetto: richiesta incontro per azione su ISA

Le Associazioni di categoria dei commercialisti ADC e ANC ritengono opportuno avviare, assieme alle Associazioni in indirizzo, un confronto sulla grave situazione in cui le aziende e i professionisti che le assistono si sono venuti a trovare in seguito al perdurante caos generato dalla impossibilità di applicare la nuova normativa sugli Indici sintetici di affidabilità.

Come saprete, i commercialisti stanno denunciando continue e intollerabili violazioni dei diritti del contribuente, dovute all’inefficienza e all’inadeguatezza dell’amministrazione finanziaria e dei suoi soggetti operativi di riferimento i quali, in spregio ai principi di collaborazione e buona fede che dovrebbero regolare i rapporti tra lo Stato e il Cittadino e violando lo Statuto del Contribuente, pongono in essere ostacoli illegittimi e insormontabili alla corretta applicazione delle normative fiscali e creano enormi difficoltà all’attività delle imprese e dei lavoratori autonomi, i quali devono ripetere più volte le procedure necessarie alla determinazione del punteggio, ottenendo risultati anche molto diversi da quelli raggiunti precedentemente.

Lo scorso 17 agosto è stato pubblicato in G.U. un Decreto ministeriale che stabiliva ulteriori modifiche al sistema di calcolo, in plateale violazione del termine dei sessanta giorni che lo Statuto del Contribuente (L. 212 del 2000) prevede per la comunicazione di siffatte misure, minando ancora un volta, se è possibile farlo in maggior misura, i presupposti che sono alla base di detta norma.

Le scriventi Associazioni, anche a seguito delle recenti, seppur tardive dichiarazioni del Sottosegretario all’Economia Bitonci, condivise da altri parlamentari, nelle quali si è riconosciuta l’illegittimità del provvedimento pubblicato il 17 agosto, hanno chiesto al Governo e alla Politica, un atto di consapevolezza e responsabilità, che riconosca il fallimento dell’operazione Isa e ne determini lo stop per quest’anno e la non applicazione degli Isa per l’anno 2018.

Siamo certi che, nella consapevolezza che sono le imprese le prime vittime di questa situazione, accoglierete la nostra proposta di incontrarci e confrontarci per concordare un’eventuale azione comune, nell’interesse della collettività e dell’economia del Paese.

In attesa di un Vostro auspicato riscontro, inviamo i nostri migliori saluti.

Dott. Enzo De Maggio Presidente ADC                                                                                                 Dott. Marco Cuchel Presidente ANC                                                                                                                                               

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento