Breaking News Venerdì 16 Ottobre 2020

//Breaking News Venerdì 16 Ottobre 2020

Breaking News Venerdì 16 Ottobre 2020

AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro – Incremento delle risorse stanziate – Novità del DL 104/2020 convertito (DL “Agosto”) – Determinazione della nuova percentuale di fruizione

Ai sensi dell’art. 31 co. 4-ter del DL 104/2020 convertito, le risorse destinate al credito d’imposta per la sanificazione di cui all’art. 125 del DL 34/2020 convertito, sono incrementate di 403 milioni di euro per l’anno 2020. Ne consegue che lo stanziamento complessivo diviene pari a 603 milioni di euro, in luogo dei 200 milioni inizialmente previsti.
Per effetto del suddetto rifinanziamento, aumenta quindi anche la percentuale del credito d’imposta effettivamente fruibile in rapporto alle risorse disponibili, inizialmente fissata in misura pari al 15,6423% dal provv.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Aumenta il credito d’imposta sanificazione fruibile” – Alberti 


AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Regime degli rimpatriati – Trasferimento in Italia per svolgere lavoro da remoto – Dubbi applicativi

Secondo una DRE Lazio, non pubblicata, il trasferimento in Italia del dipendente per lavorare da remoto per il datore estero non è meritevole del regime degli impatriati qualora il lavoro svolto in Italia non rappresenti una nuova occupazione, ma la continuazione di un rapporto precedente che viene semplicemente reso in modalità agile dall’Italia (analogamente a quanto chiarito in caso di distacco).
L’Autore rileva che sembra tuttavia esistere una sostanziale differenza tra chi rientra da un precedente distacco per lavorare in Italia rispetto al dipendente che lavora da remoto per il datore di lavoro estero.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Non sempre si applica il regime degli impatriati con smart working dall’Italia” – Ascenzi 


BILANCIO | REVISIONE

Registro dei revisori legali – Analisi del MEF

Dal documento pubblicato ieri dal MEF, riguardante un’analisi dei dati risultanti dal Registro dei revisori legali, emerge:
– come una grossa parte degli incarichi ricoperti presso i collegi sindacali incaricati della revisione legale non sia stata correttamente comunicata da alcuni componenti dei collegi stessi, in misura circa pari al 10% del totale incarichi registrati;
– una generale inosservanza dell’onere comunicativo da parte dei c.d. “revisori unici” di società soggette all’obbligo della revisione legale.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Revisione dei professionisti a rischio qualità perché poco remunerativa” – De Rosa 


DIRITTO CIVILE | PROPRIETÀ

Rinuncia abdicativa – Ammissibilità – Orientamenti

La possibilità, per il proprietario di un immobile, di rinunciare con atto unilaterale alla proprietà del bene, con conseguente acquisto di questo da parte dello Stato ai sensi dell’art. 827 c.c., è discussa tra gli interpreti.
Secondo la prassi, la rinuncia “abdicativa” sarebbe sempre possibile, in quanto rientrante tra le facoltà spettanti al proprietario.
Essa, inoltre, è coerente con la possibilità, prevista dal codice civile, di rinunciare alla quota di comproprietà (Studio Consiglio Nazionale del Notariato n. 216-2014/C; App.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Rinuncia abdicativa alla proprietà immobiliare con dubbi” – Pasquale 


DIRITTO COMMERCIALE | ENTI NON COMMERCIALI

Enti del Terzo settore – RUNTS – Istituzione

L’Autore evidenzia analogie e differenze tra il Registro unico nazionale del Terzo settore e il Registro delle imprese.
Tra le analogie, sono segnalate le seguenti:
– la funzione di pubblicità dichiarativa, in quanto gli atti, i fatti e le informazioni di cui la legge prevede l’iscrizione o il deposito presso il Registro delle imprese (per le società) e il RUNTS (per gli enti), sono opponibili a terzi solo dopo la loro pubblicazione nei relativi Registri;
– l’acquisizione della personalità giuridica per società ed enti, essendo determinanti a tal fine le relative iscrizioni delle società (art. 2331 c.c.) e degli enti (artt. 22 del DLgs. 117/2017 e 16 del DM 106/2020) nei due registri;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Tra RUNTS e Registro Imprese alcune affinità, ma molte differenze” – De Angelis 


DIRITTO PENALE | REATI COMUNI

Responsabilità penale nei gruppi di impresa – Amministratore della holding – Direzione e coordinamento – Posizione di garanzia (Assonime Caso 9/2020)

Assonime dedica il Caso 9/2020 alla responsabilità penale nei gruppi d’impresa così come emerge in una recente sentenza della Corte d’appello di Firenze in relazione al disastro ferroviario di Viareggio.
Tale pronuncia viene criticata sulla non corretta interpretazione della nozione di direzione e coordinamento da cui viene fatta conseguire la responsabilità dell’amministratore delegato della holding quale “amministratore di fatto” delle società controllate.
Viene, inoltre, contestata una visione allargata della posizione di garanzia rilevante ai fini dell’omessa vigilanza ai sensi dell’art. 40 comma 2 c.p., richiedendosi invece una correlazione tra potere effettivo e responsabilità della gestione di un’area di rischio, in conformità dell’evoluzione del sistema dei controlli societari e delle diverse discipline prevenzionistiche da cui discendono obblighi organizzativi per… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Posizione di garanzia con legame tra potere effettivo e responsabilità di gestione” – Artusi 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 16.10.2020, p. 36 – “Assonime: holding a rischio di stretta penale” – Negri 


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | CONTROLLO | CONTROLLO LEGALE DEI CONTI

Nuovi parametri ex art. 2477 co. 2 lett. c) c.c. – Nuovi termini di nomina dei revisori – Conseguenze (risposta interrogazione n. 3-01842 e Documento CNDCEC 15.10.2020)

I Ministeri dell’Economia e della Giustizia, tramite una risposta all’interrogazione n. 3-01842, ed il CNDCEC, in un Documento di ricerca reso pubblico il 15.10.2020, ritengono preferibile la soluzione che preclude la revoca dei revisori di srl già nominati, sulla base dei nuovi parametri di cui all’art. 2477 co. 2 lett. c) c.c., nonostante il termine per procedere a tale nomina sia stato fissato al momento dell’approvazione dei bilanci relativi all’esercizio 2021 (quindi, tra aprile e giugno 2022).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Non revocabili i nuovi revisori in attesa del 2022” – Meoli 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 16.10.2020, p. 30 – “Niente revoca dei revisori nominati prima della proroga dei termini” – Cavalluzzo – Micardi 
Dottrina Italia Oggi del 16.10.2020, p. 25 – “Sindaci e revisori, no a revoche” – De Angelis – Bozza 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | ALIQUOTE IVA

Strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di turisti all’interno delle proprie unità da diporto – Applicazione dell’aliquota IVA del 10% – Limiti – Novità del DL 104/2020 convertito (DL “Agosto”)

Con riferimento alle prestazioni di alloggio rese nei c.d. “marina resort”, l’art. 100 co. 10-bis del DL 104/2020 (conv L. 126/2020) ha:
– limitato l’applicazione dell’aliquota IVA del 10% alle sole prestazioni rese nei confronti di “diportisti” alloggiati nelle proprie unità da diporto (invece che nei confronti della generalità dei “turisti”);
– escluso dall’agevolazione i servizi resi nell’ambito di contratti annuali o pluriennali per lo stazionamento.
Ai sensi dell’art. 32 co. 1 del DL 133/2014 (conv.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Stazionamento annuale nei marina resort con IVA ordinaria” – Greco 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | OPERAZIONI ESENTI

Cessione di beni necessari per il contenimento dell’emergenza sanitaria – Novità del DL 34/2020 convertito (DL “Rilancio”) – Chiarimenti (circ. Agenzia delle Entrate 15.10.2020 n. 26)

L’Agenzia delle Entrate ha fornito, con circolare 15.10.2020 n. 26, numerosi chiarimenti in merito alla disciplina agevolativa per le cessioni di beni destinati alla gestione e al contenimento dell’emergenza da COVID-19.
Ha trovato conferma, in particolare, la possibilità di applicare l’agevolazione (esenzione con diritto alla detrazione sino al 31.12.2020 e, in seguito, aliquota del 5%) anche per le operazioni accessorie alla cessione dei beni in argomento, ai sensi dell’art. 12 del DPR 633/72 (trasporto, imballaggio, ecc.).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Per l’aliquota “zero” sui beni anti-COVID è necessaria la finalità sanitaria” – Bilancini – Greco 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 16.10.2020, p. 31 – “Senza Iva i beni Covid solo se servono al contenimento della pandemia” – Santacroce 
Dottrina Italia Oggi del 16.10.2020, p. 30 – “Covid, Iva zero in proporzione” – Ricca 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | OPERAZIONI ESENTI

Prestazioni proprie delle biblioteche – Rete-soggetto – Servizi resi alla rete dalle partecipanti – Esenzione IVA – Applicabilità – Condizioni (risposta interpello Agenzia delle Entrate 15.10.2020 n. 474)

Con riguardo a una c.d. rete-soggetto che intende partecipare a un bando di gara per l’affidamento del servizio globale di gestione delle biblioteche di un Comune, nella risposta a interpello Agenzia delle Entrate 15.10.2020 n. 474 è stato precisato, fra l’altro, quanto segue:
– alle singole prestazioni che le partecipanti rendono alla rete si applica l’IVA con l’aliquota ordinaria;
– qualora sia una sola partecipante a rendere tutti i servizi oggetto dell’appalto, invece, tale società dovrà emettere fattura nei confronti della rete applicando il regime di esenzione IVA di cui all’art. 10 co. 1 n. 22 del … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Spetta l’esenzione IVA solo per la gestione globale della biblioteca” – Redazione 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 16.10.2020, p. 31 – “Servizio biblioteche, affidamento parziale ad aliquota ordinaria” – Magrini – Santacroce 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | FATTURAZIONE | FATTURAZIONE ELETTRONICA

Imposta di bollo su fattura elettronica – Termine per il versamento

La prossima scadenza per il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche non interesserà soltanto i soggetti passivi chiamati a corrispondere il tributo di competenza del terzo trimestre, ma anche quelli per i quali l’importo dovuto non aveva raggiunto la soglia di 250 euro nei primi sei mesi dell’anno.
Non sono, invece, previste agevolazioni né per il terzo né per il quarto trimestre; i soggetti passivi saranno quindi chiamati a effettuare il versamento, rispettivamente, entro il 20.10.2020 e il 20.1.2021, qualunque sia l’importo dovuto.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Alla cassa il bollo sulle e-fatture anche per i primi due trimestri “sotto soglia”” – Bilancini 


FISCALE | RISCOSSIONE | MODELLO F24 | VERSAMENTI UNIFICATI

Effetti della diffusione del Coronavirus – Disapplicazione della sospensione dei versamenti – Menzione – Novità del DL 18/2020 (Comunicato stampa MEF 15.10.2020 n. 230)

Con il Comunicato stampa n. 230 del 15.10.2020, il MEF informa che il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri ha firmato il decreto che prevede le modalità attraverso le quali sarà possibile ottenere il riconoscimento della menzione di “contribuente solidale”.
Tale menzione è stata introdotta con l’art. 71 del DL 18/2020 e vuole essere un riconoscimento dello Stato per i contribuenti che, pur potendo usufruire delle sospensioni dei tributi erariali disposte con i decreti legge Cura Italia, Liquidità e Rilancio, abbiano deciso di effettuare comunque i versamen… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “In arrivo il decreto per i “contribuenti solidali”” – Redazione 


FISCALE | RISCOSSIONE | RISCOSSIONE TRAMITE RUOLO | CARTELLA DI PAGAMENTO

Ripresa delle attività di riscossione e di notifica delle cartelle di pagamento – Novità del DL 34/2020 (DL “Rilancio”)

Il 16.10.2020 riprendono le procedure relative a pignoramenti presso terzi di salari, stipendi, pensioni così come la notifica delle cartelle di pagamento e degli altri atti di riscossione o cautelari.
Il contribuente può presentare ricorso e/o richiedere la dilazione delle somme ai sensi dell’art. 19 del DPR 602/73. Le dilazioni tornano a decadere per effetto del mancato pagamento di cinque rate anche non consecutive, salvo l’istanza sia stata presentata entro il 15.10.2020, nel qual caso le rate insolute rilevanti ai fini della decadenza sono dieci.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 16.10.2020, p. 30 – “La fine della moratoria fiscale sblocca anche i pignoramenti” – Lovecchio 


FISCALE | TRIBUTI LOCALI | IRAP | RISCOSSIONE

Saldo 2019 e prima rata dell’acconto 2020 – Esclusione dell’obbligo di versamento – Errata applicazione dei vincoli comunitari – Sanatoria degli omessi pagamenti – Novità del DL 104/2020 convertito (DL Agosto)

L’art. 42-bis co. 5 del DL 104/2020 (c.d. DL Agosto), inserito nell’iter di conversione nella L. 126/2020, contiene una sorta di sanatoria per il mancato versamento del saldo IRAP 2019 e del primo acconto IRAP 2020 (ex art. 24 del DL 34/2020, c.d. DL Rilancio), nell’ipotesi in cui tali somme avrebbero, invece, dovuto essere corrisposte per incompatibilità dell’agevolazione con le disposizioni comunitarie.
In particolare, viene previsto che l’imposta non versata in caso di errata applicazione dei limiti comunitari è dovuta entro il 30.11.2020, senza applicazioni di sanzioni, né… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Sanabili i versamenti IRAP omessi per errata applicazione dei limiti comunitari” – Fornero 


INTERNAZIONALE | MONITORAGGIO FISCALE
Trust estero discrezionale – Beneficiari tenuti alla compilazione del quadro RW – Profili critici

Gli Autori segnalano una risposta a interpello non ancora resa pubblica in cui l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i beneficiari residenti di trust estero discrezionale, dunque opaco ai fini delle imposte dirette, sono soggetti a monitoraggio fiscale, in quanto vengono considerati titolari effettivi dell’investimento ex DLgs. 231/2007.
In particolare, l’Amministrazione finanziaria afferma che i beneficiari (residenti) di un trust estero opaco discrezionale devono compilare il quadro RW ex art. 4 del DL 167/90 anche se appartenenti a una classe di beneficiari, purché l’indicazione, per come formulata in concreto nell’atto istitutivo di trust, consenta di determinare con certezza i beneficiari che vi appartengono in un dato periodo d’imposta.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 16.10.2020 – “Niente esonero dal quadro RW per i beneficiari del trust estero discrezionale” – Augello – Giovannini 


LAVORO | PREVIDENZA

Aziende agricole – Esonero contributivo straordinario – Novità del DL 34/2020 (DL “Rilancio”) – Assenza del decreto attuativo

L’art. 222 co. 2 del DL 34/2020 (DL “Rilancio”) convertito prevede un esonero straordinario dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, dovuti per il periodo dall’1.1.2020 al 30.6.2020, in favore delle imprese appartenenti alle filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole nonché dell’allevamento, dell’ippicoltura, della pesca e dell’acquacoltura. Restano dovuti i contributi a carico del lavoratore e i premi INAIL.
Tuttavia, nonostante il comunicato pubblicato sul sito del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e il messaggio INPS 15.9.2020 n. 3341, il beneficio non è ancora fruibile.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 16.10.2020, p. 31 – “Agroalimentare, l’esonero contributivo non decolla” – Carucci 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento