Breaking News ANC Venerdì 26 Giugno 2020

//Breaking News ANC Venerdì 26 Giugno 2020

Breaking News ANC Venerdì 26 Giugno 2020

AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Bonus vacanze – Novità del DL 34/2020 (DL “Rilancio”) – Recupero tramite credito d’imposta per il fornitore del servizio – Istituzione del codice tributo (ris. Agenzia delle Entrate 25.6.2020 n. 33)

Con la ris. 25.6.2020 n. 33, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo “6915”, operativo dall’1.7.2020 per l’utilizzo in compensazione tramite F24 del credito d’imposta spettante per il recupero degli sconti praticati dalle imprese turistico-ricettive, dagli agriturismi e dai B&B a favore dei beneficiari del bonus vacanze (art. 176 del DL 34/2020).
Con il provv. 17.6.2020 n. 237174 sono state definite le modalità di applicazione, prevedendo, in particolare, che:
– il fornitore deve confermare l’applicazione dello sconto tramite un’apposita procedura web disponibile nell’area riservata del sito Internet dell’Agenzia delle Entrate;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Operativo dal 1° luglio il nuovo codice tributo per recuperare il bonus vacanze” – Redazione 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 26.6.2020, p. 29 – “È tutto pronto per l’utilizzo del tax credit vacanza” – Santacroce – Vernassa 
Dottrina Italia Oggi del 26.6.2020, p. 32 – “Bonus vacanze, è tutto pronto” – Poggiani 


ATTIVITÀ FINANZIARIE | ANTIRICICLAGGIO | PROFESSIONISTI

Questionario per l’adempimento degli obblighi di vigilanza – Rinvio al 30.9.2020 (nota informativa CNDCEC 25.6.2020 n. 75)

A seguito del protrarsi dell’emergenza sanitaria in corso, il CNDCEC, per gli iscritti selezionati a campione che ancora non vi abbiano provveduto, ha prorogato il termine per la compilazione del questionario antiriciclaggio dal 30.6.2020 al 30.9.2020.
Dal punto di vista operativo, si ricorda che, una volta effettuato l’accesso, con le proprie credenziali, al sito www.concerto.it, è possibile procedere alla compilazione on line del questionario, cliccando sul link in alto a destra “Questionario Antiriciclaggio CNDCEC”, con riferimento ai seguenti argomenti:… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Termine per il questionario antiriciclaggio al 30 settembre 2020” – De Rosa 


BILANCIO | BILANCIO D’ESERCIZIO | NOTA INTEGRATIVA

Provvidenze pubbliche – Obbligo di pubblicazione nella Nota integrativa – Novità del DL 34/2019 convertito (DL “Rilancio”) – Ambito oggettivo di applicazione

Gli obblighi di trasparenza delle erogazioni pubbliche previsti dall’art. 1 co. 125 ss. della L. 124/2017 devono essere adempiuti, in relazione agli importi percepiti nel 2019:
– entro il 30.6.2020 da parte di enti non commerciali, cooperative sociali, imprese che redigono il bilancio abbreviato e imprese non tenute alla redazione della Nota integrativa;
– in sede di redazione del bilancio 2019 da parte di imprese tenute alla redazione della Nota integrativa e, quindi, entro il 28.6.2020, ove il bilancio 2019 sia approvato nel termine di 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Erogazioni pubbliche “generali” escluse dagli obblighi di informativa” – Latorraca 


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | DIRITTO DI RECESSO | ESCLUSIONE DEL SOCIO

Srl con due soci – Decisione rimessa al Tribunale – Posizione della società – Inadempimento degli obblighi assunti verso la società – Nullità della clausola (Trib. Bolzano 6.5.2020 n. 399)

Il Tribunale di Bolzano, nella sentenza 6.5.2020 n. 399, ha stabilito che:
– nella decisione giudiziale relativa all’esclusione di uno dei due soci (nella specie al 50%) di una srl, sulla base dell’art. 2287 co. 3 c.c., la società non è litisconsorte necessario. Nulla, infatti, è sancito in ordine alla legittimazione passiva, né in ordine ad un litisconsorzio necessario nei confronti della società, ma solo con riguardo alla legittimazione attiva del socio, e non alla società. La legittimazione passiva spetta, quindi, al solo socio di cui si domanda l’esclusione, in quanto controparte del contratto costitutivo dell’ente, e non anche alla società;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “La srl non partecipa all’esclusione del socio” – Meoli 


FISCALE | DOGANE | ACCERTAMENTO DOGANALE

Credito d’imposta per gasolio per autotrazione – Recupero dell’accisa indebitamente compensata (Cass. 3.3.2020 n. 5812)

Con sentenza 3.3.2020 n. 5812, la Cassazione ha stabilito che, relativamente alle agevolazioni in termini di accisa sul gasolio per autotrazione, l’Amministrazione doganale può effettuare controlli decorsi sessanta giorni dalle dichiarazioni trimestrali e formatosi il silenzio-assenso sul credito d’imposta. A seguito dei controlli, è possibile anche il recupero dell’imposta indebitamente compensata.
La dichiarazione di consumo trimestrale relativa al gasolio per autotrazione (art. 3 del DPR 277/2000), la quale consente di beneficiare dell’agevolazione fiscale, ha natura negoziale e non di mera dichiarazione di scienza, giacché è diretta a manifestare la volontà di avvalersi del credito d’imposta in ragione dell’affermazione della sussistenza dei requisiti e delle condizioni previste dal legislatore.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Ammesso l’accertamento doganale per annullare il silenzio-assenso” – Ugolini 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | DISPOSIZIONI GENERALI | ONERI DETRAIBILI

Detrazione IRPEF/IRES per gli interventi di riqualificazione energetica e antisismici – Immobili delle imprese – Destinazione degli immobili – Irrilevanza (ris. Agenzia delle Entrate 25.6.2020 n. 34)

Sulla base dell’orientamento della Corte di Cassazione (sentenze 12.11.2019 n. 29162-29164 e 23.7.2019 n. 19815 e 19816), nella ris. Agenzia delle Entrate 25.6.2020 n. 34 è stato affermato che le detrazioni IRPEF/IRES per gli interventi di riqualificazione energetica e per quelli antisismici spettano ai titolari di reddito d’impresa che effettuano gli interventi sugli immobili posseduti o detenuti, a prescindere dalla loro destinazione.
Le norme che disciplinano l’agevolazione non pongono alcuna limitazione, né di tipo oggettivo (con riferimento alle categorie catastali degli immobili), né di tipo soggettivo, alla generalizzata operatività della detrazione d’imposta.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Eco e sismabonus per tutti gli immobili delle imprese, dietrofront dell’Agenzia” – Zeni 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 26.6.2020, p. 29 – “Ecobonus e sismabonus estesi anche agli immobili merce?” – Latour 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | IRES | DETERMINAZIONE DEL REDDITO COMPLESSIVO

Disallineamento da ibridi – Novità del DLgs. 142/2018 – Prestito titoli

Nel nostro ordinamento, in caso di distribuzione di un dividendo di fonte italiana all’interno di un contratto di prestito titoli (il soggetto italiano sarebbe il mutuatario), potrebbe verificarsi un disallineamento da ibridi se lo Stato del prestatore attribuisse al “manifactured dividends” la natura e il regime fiscale dei dividendi.
In tal caso, ai sensi dell’art. 8 co. 2 del DLgs. 142/2018 (attuativo della direttiva 1164/2016/UE), lo Stato del pagatore (Italia) dovrà porre in essere la reazione primaria e negare la deduzione del componente negativo corrisposto dalla società B alla società A. … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Il prestito titoli può determinare il disallineamento da ibridi” – Miele – Piccinini 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | REDDITI DIVERSI | PLUSVALENZE IMMOBILIARI

Cessione di fabbricato – Frazionamento edilizio – Decorrenza del quinquennio utile per escludere l’imposizione della plusvalenza

Per le persone fisiche che non esercitano attività di impresa, affinché la plusvalenza derivante dalla cessione di un fabbricato risulti imponibile come reddito diverso, è necessario che la vendita avvenga entro cinque anni dall’acquisto o dalla costruzione (art. 67 co. 1 lett. b) del TUIR).
In caso di frazionamento dell’immobile, lo studio del Consiglio Nazionale del Notariato 31.1.2020 n. 182-2019/T suggerisce di ragionare distinguendo la vendita posta in essere a seguito di un’attività edilizia più ampia, definita “pesante”, di cui il frazionamento potrà rappresentare solo una fase, rispetto a un’operazione di alienazione onerosa nella quale il frazionamento risulti l’unico intervento edilizio a essa finalizzato.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Frazionamento al test del quinquennio per la non imponibilità delle cessioni di fabbricati” – Mauro – Sanna 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | DETRAZIONE | PRO-RATA DI DETRAIBILITÀ

Esercizio contestuale di bar e slot machine – Determinazione del pro rata (Cass. 25.6.2020 n. 12689)

Con ordinanza 25.6.2020 n. 12689, la Cassazione ha sancito che l’attività di gestione di slot machine, contestuale a quella di bar, richiede la determinazione della detrazione IVA con il metodo del pro rata (art. 19 co. 5 del DPR 633/72).
Nel calcolo del pro rata rientrano anche operazioni strumentali che non siano meramente occasionali, avuto riguardo all’attività imprenditoriale effettivamente svolta, nonché al volume di affari complessivo.
Secondo la Cassazione, ai fini della ricomprensione nel calcolo del pro rata, difatti, la natura dell’attività (occasionale o caratteristica) sarebbe da determinare “avuto riguardo all’attività svolta in modo prevalente dall’impresa, con particolare riguardo all’ammontare complessivo dei ricavi derivanti dall’una, rispetto a quelli provenienti dall’altra attività”.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “La gestione di slot machine rientra nel pro rata IVA” – Bernardi 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | TERRITORIALITÀ DELL’IMPOSTA

Acquisto di gas di riempimento di un gasdotto – Cessionario diverso dal soggetto rivenditore – Servizi di trasporto del gas (risposta interpello Agenzia delle Entrate 25.6.2020 n. 193)

Con la risposta interpello 25.6.2020 n. 193, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, ai sensi dell’art. 7-bis co. 3 lett. b) del DPR 633/72, le cessioni di gas per il riempimento di un gasdotto effettuate nei confronti di un soggetto passivo diverso dal rivenditore sono soggette ad IVA in Italia nella misura in cui il gas è utilizzato per il funzionamento della parte di condotta situata sul suolo italiano.
Si precisa, al riguardo, che anche se il gas di riempimento, per la particolare funzione svolta, non può considerarsi “consumato”, in quanto non soggetto a combustione, deve considerarsi comunque “utilizzato” per il funzionamento della condotta.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Gas di riempimento del gasdotto soggetto a IVA in base al luogo di “utilizzo”” – Cosentino – La Grutta 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | LIQUIDAZIONE E VERSAMENTI

Proroga dei versamenti – Versamento del saldo IVA 2019 – Applicazione delle maggiorazioni e rateizzazione

Il saldo IVA per il 2019 può essere versato entro i termini previsti per i versamenti ai fini delle imposte sui redditi, con la maggiorazione dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivo al 16.3.2020
Alcuni soggetti possono evitare la maggiorazione in quanto beneficiano della proroga del saldo IVA. Tra questi rientrano gli esercenti attività d’impresa, arte o professione con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019, che hanno beneficiato della sospensione dei versamenti in autoliquidazione in scadenza nel periodo compreso tra l’8.3.2020 e il 31.3.2020.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 26.6.2020, p. 31 – “Saldo annuale Iva per il 2019 entro i termini di Redditi 2020” – Morina – Morina 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | REVERSE CHARGE

Prestazioni di servizi in appalto e subappalto con prevalente utilizzo di manodopera – Novità del DL 124/2019 convertito – Diniego all’autorizzazione da parte della Commissione UE – Proroga dello split payment sino al 30.6.2023

In data 22.6.2020, la Commissione Europea ha presentato al Consiglio dell’UE:
– una comunicazione con la quale si esprime parere negativo alla richiesta presentata dall’Italia di introdurre il meccanismo del reverse charge per le operazioni di cui all’art. 17 co. 6 lett. a-quinquies) del DPR 633/72, ossia prestazioni di servizi effettuate tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo o ad esso riconducibili (comunicazione Commissione Europea 22.6.2020 n.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Negato il reverse charge su appalti e subappalti con impiego di manodopera” – Gazzera – Greco 


FISCALE | IMPOSTE SOSTITUTIVE | IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLE RIVALUTAZIONI

Rivalutazione dei beni di impresa – Novità del DL 23/2020 convertito (decreto “liquidità”) – Beni delle imprese dei settori alberghiero e termale

L’art. 6-bis del DL 23/2020 convertito consente di rivalutare gratuitamente i beni delle imprese dei settori alberghiero e termale.
La rivalutazione gratuita è riconosciuta sotto il profilo fiscale, pur se, ai soli fini delle plusvalenze e delle minusvalenze, essa esplica efficacia dall’inizio del quarto periodo d’imposta successivo. Il saldo attivo costituito a fronte dell’operazione rappresenta, inoltre, una riserva in sospensione d’imposta, che, se distribuita, determina la tassazione in capo alla società.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 26.6.2020, p. 29 – “Rivalutazione gratuita dei beni per hotel e terme” – Reich – Vernassa 


FUNZIONI GIUDIZIARIE | PROCEDURE CONCORSUALI ANTE DLGS. 14/2019 | CONCORDATO PREVENTIVO

Falcidia dei crediti privilegiati – Soddisfazione parziale dei crediti chirografari – Rapporto tra crediti di rango diverso (Cass. 8.6.2020 n. 10884)

Cass. 8.6.2020 n. 10884 ha stabilito che, nel caso in cui sussista un privilegio generale sui beni mobili e tali beni siano incapienti rispetto alle ragioni di credito dei titolari del diritto di prelazione, i crediti privilegiati non possono essere ulteriormente falcidiati a beneficio di quelli chirografari.
In base all’art. 160 co. 2 del RD 267/42, l’ammontare della somma ritraibile della liquidazione segna il limite minimo di soddisfacimento dei crediti privilegiati; da tale limite si desume che il creditore chirografario non può vedere adempiuta, neanche parzialmente, la propria obbligazione, se il valore di realizzo dei beni sui quali insiste la prelazione non consenta di soddisfare i crediti privilegiati. … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 26.6.2020 – “Crediti privilegiati non ulteriormente falcidiabili con incapienza dei beni” – Nicotra 


LAVORO | LAVORO SUBORDINATO

Nuova detrazione per redditi di lavoro dipendente – Novità del DL 3/2020

L’art. 1 del DL 3/2020 riconosce a favore dei soggetti titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati una somma a titolo di trattamento integrativo, che non concorre alla formazione del reddito, di importo pari a 600 euro per l’anno 2020 e a 1.200 euro a decorrere dall’anno 2021, se il reddito complessivo non supera i 28.000 euro.
Tale trattamento integrativo è rapportato al periodo di lavoro e spetta per le prestazioni lavorative rese dall’1.7.2020.
Come evidenziato dall’autore, il novero dei potenziali destinatari del beneficio risulta più ampio rispetto a quello definito dal c.d. “bonus Renzi”, introdotto in origine dall’art. 1 co. 1 del DL 24.4.2014 n. 66 e riconosciuto ai percettori di un reddito complessivo annuo non superiore a 26.000 euro, ferma restando l’esclusione dei soggetti “incapienti”. … CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 26.6.2020, p. 32 – “La platea del nuovo bonus lavoro tiene conto della cassa integrazione” – Smilari – Strafile 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento