Breaking News ANC Venerdì 14 Febbraio 2020

//Breaking News ANC Venerdì 14 Febbraio 2020

Breaking News ANC Venerdì 14 Febbraio 2020

AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Regime degli impatriati – Mancata fruizione nel periodo d’imposta di trasferimento in Italia – Possibilità di utilizzo nei periodi d’imposta successivi (risposta interpello Agenzia delle Entrate 13.2.2020 n. 59)

Con la risposta interpello 13.2.2020 n. 59, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la mancata fruizione del regime degli impatriati nel periodo d’imposta in cui avviene il trasferimento della residenza fiscale in Italia non preclude l’utilizzo dell’agevolazione nei periodi d’imposta successivi.
Con riferimento al caso di specie, l’istante ha dichiarato di non aver formulato alcuna richiesta al proprio datore di lavoro nel periodo di imposta di rientro in Italia (2017), né nel periodo di imposta successivo (2018), e di non averne dato evidenza nelle relative dichiarazioni dei redditi, i cui termini di presentazione ad oggi risultano scaduti.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Regime degli impatriati non fruito al rientro in Italia ancora accessibile” – Alberti
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 25 – “Bonus impatriati anche prima del lavoro in Italia” – Longo 
Dottrina Italia Oggi del 14.2.2020, p. 29 – “Impatriati, sconto a richiesta” – Provino 


AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI | CREDITO D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO

Cumulabilità con i finanziamenti agevolati “Smart&Start” (risposta a interrogazione parlamentare 13.2.2020 n. 5-03577)

Con la risposta a interrogazione parlamentare 13.2.2020 n. 5 -03577, è stata chiarita la cumulabilità dei finanziamenti agevolati c.d. “Smart&Start” con il credito d’imposta per ricerca, sviluppo e innovazione di cui alla L. 160/2019.
Il nuovo credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e altre attività innovative può essere, infatti, fruito anche in presenza di altre misure di favore che abbiano ad oggetto i medesimi costi, salvo che le norme disciplinanti le altre misure non dispongano diversamente ed a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 25 – “Sì al cumulo tra bonus R&S e finanziamenti alle start up” – Margheri – Puosi 


ATTIVITÀ FINANZIARIE | ANTIRICICLAGGIO

Riciclaggio – Rapporti con la fattispecie di associazione per delinquere semplice (Cass. pen. 13.2.2020 n. 5730)

La Corte di Cassazione, nella sentenza 13.2.2020 n. 5730, ha stabilito che tra il delitto di riciclaggio e quello di associazione per delinquere semplice (art. 416 c.p.), diversamente da quanto accade con l’associazione per delinquere di tipo mafioso (art. 416-bis c.p.), non vi è alcun rapporto di “presupposizione”, con conseguente inoperatività della causa di esclusione, con cui si apre l’art. 648-bis c.p., relativa a chi abbia concorso nel delitto presupposto.
Nell’associazione per delinquere manca, infatti, ciò che caratterizza l’associazione di tipo mafioso, ovvero la capacità di proiettarsi verso l’esterno, il radicamento nel territorio, l’assoggettamento e l’omertà che è in grado di determinare diffusivamente nella collettività insediata nell’area di operatività del sodalizio la soggezione di fronte alla forza prevaricatrice e intimidatrice del gruppo.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Chi partecipa a un’associazione per delinquere risponde di riciclaggio” – Comellini 


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ | COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI

Rinuncia al compenso – Comportamento concludente – Necessità di precise circostanze esteriori (Cass. 13.2.2.2020 n. 3657)

La Corte di Cassazione, nella sentenza 13.2.2020 n. 3657, ha stabilito che la rinuncia al compenso da parte dell’amministratore può trovare espressione in un comportamento concludente del titolare che riveli in modo univoco una sua volontà dismissiva del relativo diritto; a tal fine, è pertanto necessario che l’atto abdicativo si desuma non dalla semplice mancata richiesta dell’emolumento, quali che ne siano le motivazioni, ma da circostanze esteriori che conferiscano un preciso significato negoziale al contegno tenuto.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “La mancata richiesta del compenso da amministratore non equivale a rinuncia” – Meoli 


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | CONTROLLO | CONTROLLO LEGALE DEI CONTI

Riapertura dei termini per la nomina dell’organo di controllo o del revisore legale – Emendamento al DL 162/2019 (milleproroghe)

Un emendamento al DL 162/2019 (c.d. decreto milleproroghe), approvato dalle Commissioni Bilancio e Affari costituzionali in sede di conversione in legge, modifica l’art. 379 co. 3 primo periodo del DLgs. 14/2019, stabilendo che le srl e le società cooperative obbligate dalla nuova disciplina alla nomina dell’organo di controllo o del revisore legale potranno provvedervi “entro la data di approvazione dei bilanci relativi all’esercizio 2019”.
Verrebbe quindi meno il termine originario del 16.12.2019.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Nomina del revisore nelle srl entro l’approvazione del bilancio al 2019” – Redazione 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 27 – “Per la nomina di sindaco o revisore c’è tempo fino all’assemblea di bilancio” – Cavalluzzo – Martignoni 
Dottrina Italia Oggi del 14.2.2020, p. 25 – “Revisori nominati a conti fatti” – Pollio 


FISCALE | ACCERTAMENTO | ACCERTAMENTO E CONTROLLI | INDAGINI FINANZIARIE | ANAGRAFE DEI RAPPORTI FINANZIARI

Comunicazioni degli intermediari finanziari – Utilizzo

In ragione dell’art. 7 del DPR 605/73, gli intermediari finanziari comunicano periodicamente all’Anagrafe tributaria varie informazioni, tra cui i saldi iniziali e finali dei conti correnti e le spese eseguite mediante carte di credito.
Queste informazioni potranno essere utilizzate ai fini accertativi, non solo per la formazione di liste di controllo, ma anche per accertare la posizione del singolo contribuente che presenti consistenti anomalie.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Esame analitico per i dati finanziari alla base delle rettifiche” – Liburdi – Sironi 


FISCALE | ACCERTAMENTO | DICHIARAZIONI | CERTIFICAZIONE DEI SOSTITUTI D’IMPOSTA | CERTIFICAZIONE UNICA | MODELLO 2020

Principali novità

Sono diverse le novità riguardanti il modello di Certificazione Unica 2020 (CU), approvato con il provvedimento Agenzia delle Entrate 15.1.2020 n. 8932.
Tra le più rilevanti si segnalano:
– l’introduzione del campo 581, all’interno del quale vengono indicate le somme che il datore di lavoro versa per conto del lavoratore quando quest’ultimo abbia deciso di sostituire l’onere da riscatto dei periodi non coperti da contribuzione, ex art. 20 del DL 4/2019, con il premio di risultato;
– l’inserimento, nel campo 465, dell’ammontare delle somme che non hanno concorso a formare il reddito imponibile dei lavoratori c.d. “impatriati”;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Nella CU 2020 le somme per il riscatto dei periodi non coperti da contribuzione” – Silvestro 


FISCALE | ACCERTAMENTO | RITENUTE ALLA FONTE | REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI | LAVORATORI IMPIEGATI NEI CONTRATTI DI APPALTO E D’OPERA

Responsabilità per l’appaltatore e subappaltatore – Novità del DL 124/2019 convertito – Computo della soglia di 200.000,00 euro – Profili critici (circ. Agenzia delle Entrate 12.2.2020 n. 1)

L’art. 17-bis co. 1 del DLgs. 241/97 limita gli obblighi di controllo e il divieto alla compensazione dei crediti e dei debiti tributari ai rapporti negoziali che, per le opere e i servizi oggetto dei medesimi, prevedono un corrispettivo “di importo complessivo annuo superiore a euro 200.000”.
In base alla circ. Agenzia delle Entrate 1/2020 (§ 3.2.1), ai fini della verifica del superamento della soglia:
– l’arco temporale annuale va riferito sempre all’anno solare 1° gennaio-31 dicembre;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Più dubbi che certezze sul superamento del limite di 200.000 euro negli appalti” – Zanetti 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 24 – “Per tutelarsi il committente deve anche verificare la presenza dei lavoratori” – De Fusco 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 24 – “Gli appalti sotto i 12 mesi non vanno riproporzionati” – Magrini – Santacroce 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | REDDITI DI CAPITALE

Investimenti negli ELTIF – Agevolazioni – Decorrenza (risposta a interrogazione parlamentare 5-03576)

In risposta all’interrogazione parlamentare 5-03576, è stato confermato che il regime fiscale di favore per gli investimenti in ELTIF (Europenan Long Term Investment Funds) è subordinato all’emanazione di un provvedimento autorizzatorio da parte della Commissione europea e all’approvazione di un apposito decreto attuativo.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 25 – “Il regime di favore per gli Eltif deve attendere il via libera Ue” – Piazza 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE | REDDITI ASSIMILATI

Compensi spettanti ai giudici tributari corrisposti nell’anno successivo a quello di maturazione – Assoggettamento a tassazione separata – Condizioni (Cass. 13.2.2020 n. 3582)

Ad avviso della Cass. 13.2.2020 n. 3582, i compensi spettanti ai giudici tributari (redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente) corrisposti nell’anno successivo a quello di maturazione, non sono compresi tra i redditi arretrati, soggetti a tassazione separata, nel caso in cui il ritardo nella loro corresponsione sia fisiologico rispetto alla natura del rapporto dal quale derivano.
La sentenza si esprime in merito all’individuazione dei tempi effettivi per considerare se il ritardo sia fisiologico o meno.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Tassazione separata sui compensi dei giudici tributari con ritardo “non fisiologico”” – Redazione 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 25 – “Giudici tributari, arretrati con tassazione separata” – Ambrosi 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | OPERAZIONI ESENTI

Analisi di laboratorio – Accertamento diagnostico – Esenzione IVA – Condizioni (risposta interpello Agenzia delle Entrate 13.2.2020 n. 56)

Secondo quanto chiarito con la risposta interpello Agenzia delle Entrate 13.2.2020 n. 56, le analisi di laboratorio finalizzate all’accertamento diagnostico, eseguite da un biologo, sono esenti da IVA in quanto soddisfano i requisiti di cui all’art. 10 co. 1 n. 18 del DPR 633/72.
Sotto il profilo oggettivo, l’applicazione dell’esenzione richiede che le prestazioni mediche siano riconducibili tra quelle di diagnosi, cura e riabilitazione e che abbiano uno scopo terapeutico, ossia che la loro finalità sia quella di tutelare o ristabilire la salute della persona.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Esenti IVA le analisi di laboratorio se con finalità terapeutica” – Cosentino 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | REGISTRO | PRINCIPI GENERALI

Condizione del pagamento del prezzo in caso di sentenza che trasferisce la proprietà – Condizione meramente potestativa – Imposta di registro proporzionale (Cass. 13.2.2020 n. 3617)

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza 13.2.2020 n. 3617, ha affermato che la sentenza che dispone il trasferimento dell’immobile in favore del promissario acquirente, subordinatamente al pagamento del corrispettivo pattuito, ex art. 2932 c.c. è soggetta ad imposta di registro proporzionale, in applicazione dell’art. 27 co. 3 del DPR 131/86, alla stregua del quale non sono considerati sottoposti a condizione sospensiva gli atti i cui effetti dipendano, in virtù di condizione meramente potestativa, dalla volontà dell’acquirente o dall’iniziativa unilaterale del promittente acquirente.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “La sentenza che trasferisce l’immobile sconta il registro proporzionale” – Pasquale 


FUNZIONI GIUDIZIARIE | CODICE DELLA CRISI D’IMPRESA E DELL’INSOLVENZA (DLGS. 14/2019) | CONCORDATO MINORE

Omologazione – Voto – Esecuzione – Novità del decreto correttivo del DLgs. 14/2019

Lo schema del decreto correttivo e integrativo del DLgs. 14/2019 è stato approvato in esame preliminare dal CdM del 13.2.2020.
Tra le numerose novità, si registrano le modifiche alla disciplina del concordato minore, nella prospettiva di un maggiore allineamento con il concordato preventivo.
All’art. 74 co. 3 del DLgs. 14/2019 è prevista l’obbligatorietà della formazione delle classi per i titolari di garanzie prestate da terzi. La limitazione si spiega in considerazione della minore portata della crisi o dell’insolvenza in tale procedura e dell’esigenza di riservare a queste “crisi minori” strumenti più semplici e snelli.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Cram down esteso a enti previdenziali e assistenziali” – Nicotra 


INTERNAZIONALE | MONITORAGGIO FISCALE | EMERSIONE DI ATTIVITÀ ILLECITAMENTE DETENUTE ALL’ESTERO

Omessa/irregolare compilazione del quadro RW – Modello REDDITI 2019 – Ravvedimento operoso entro il 2.3.2020

Il quadro RW, se trasmesso entro 90 giorni dal termine per la dichiarazione, è soggetto non alle sanzioni proporzionali dell’art. 5 del DL 167/90, ma ad una sola sanzione fissa di 258,00 euro, a prescindere dal fatto che i possedimenti esteri siano o meno detenuti in Paradisi fiscali.
Pertanto, il ravvedimento, anche nel caso di modulo RW infedele, costerebbe solo 28,67 euro, a prescindere dal numero di violazioni commesse (art. 13 co. 1 lett. a-bis) del DLgs. 472/97).
Considerato che il termine per il modello REDDITI 2019 è scaduto il 2.12.2019 (il 30.11 cadeva di sabato), il termine per il ravvedimento entro i novanta giorni coincide con il 2.3.2020 (l’1.3 cade di… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Quadro RW conveniente se ravveduto entro il 2 marzo” – Cissello – Sanna


OPERAZIONI STRAORDINARIE | FUSIONE | ASPETTI FISCALI | IMPOSIZIONE INDIRETTA

Fusione a seguito di acquisizione con indebitamento (MLBO) – Limiti al riporto delle perdite – Disapplicazione della disciplina antielusiva (risposta interpello Agenzia delle Entrate 13.2.2020 n. 57)

L’Agenzia delle Entrate, con risposta interpello 13.2.2020 n. 57, ha chiarito che nel caso di fusione previa acquisizione con indebitamento di cui all’art. 2501-bis c.c., la norma antielusiva di cui all’art. 172 co. 7 del TUIR, riguardante le perdite e le “eccedenze” fiscali riportate dalla “società veicolo”, può essere disapplicata, ferma restando l’opportunità di presentare apposita istanza disapplicativa, onde evitare le sanzioni di cui all’art. 11 co. 7-ter del DLgs 471/97.
Al riguardo, la circ.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 14.2.2020 – “Perdite di società veicolo neocostituita sempre riportabili post fusione MLBO” – Zanetti 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 14.2.2020, p. 25 – “Riporto perdite nella fusione con indebitamento” – Germani 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento