Breaking News ANC Mercoledì 30 Ottobre 2019

//Breaking News ANC Mercoledì 30 Ottobre 2019

Breaking News ANC Mercoledì 30 Ottobre 2019

ATTIVITÀ FINANZIARIE | FONDI COMUNI MOBILIARI E IMMOBILIARI

Interessi su prestiti obbligazionari convertibili – Applicazione dell’imposta sostitutiva – Esclusione (risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 448)

Secondo la risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 448, un fondo d’investimento alternativo chiuso che sottoscrive un prestito obbligazionario convertibile emesso da una società non quotata e non negoziato su mercati regolamentati percepisce gli interessi senza applicazione dell’imposta sostitutiva, in quanto rientra tra gli investitori qualificati ex art. 100 del DLgs. 58/98.
Il regime fiscale di cui al DLgs. 239/96 prevede:
– l’applicazione dell’imposta sostitutiva del 26%, da parte dell’intermediario depositario dei titoli, soltanto nei confronti delle persone fisiche, dei soggetti non imprenditori e dei soggetti esenti dall’IRES (c.d. “nettisti”);… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Interessi da obbligazioni detenute da fondi di investimento senza ritenuta” – Sanna 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 23 – “Niente ritenuta sugli interessi per gli investitori qualificati” – Germani


BILANCIO | BILANCIO D’ESERCIZIO | NOTA INTEGRATIVA

Provvidenze pubbliche – Obbligo di pubblicazione nella Nota integrativa – Erogazioni in natura – Modalità di rendicontazione

Gli obblighi di informativa sulle erogazioni pubbliche disciplinati dalla L. 124/2017, così come modificata dal DL 34/2019 (c.d. DL “crescita”), riguardano “sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti” sia in denaro che in natura.
Avuto riguardo, in particolare, alle erogazioni in natura, la circ. Min. Lavoro e politiche sociali 2/2019 ha precisato (ancorché in relazione alla precedente formulazione della norma) che, laddove l’attribuzione del vantaggio da parte della Pubblica Amministrazione non abbia ad oggetto risorse finanziarie, ma risorse strumentali (come nel caso del comodato di un bene mobile o immobile), ai fini dell’informativa, si deve fare riferimento al valore dichiarato dalla Pubblica Amministrazione che ha attribuito il bene in questione.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Erogazioni pubbliche in natura da dettagliare con attenzione” – Latorraca 


DIRITTO COMMERCIALE | ENTI NON COMMERCIALI

Enti del Terzo settore – Obblighi di trasparenza – Adempimenti strumentali

Il Codice del Terzo settore definisce alcune misure finalizzate ad assicurare la massima pubblicità sull’utilizzo delle risorse da parte degli enti che si iscriveranno al RUNTS.
Tra gli obblighi informativi si segnalano:
– la pubblicazione sul sito Internet dell’ente dei compensi attribuiti ai componenti degli organi sociali, obbligatoria con entrate superiori a 100.000,00 euro;
– la redazione del bilancio sociale, obbligatoria con entrate superiori ad un milione di euro, ad eccezione delle imprese sociali che risultano sempre tenute alla redazione del documento (art. 14 del DLgs. 117/2017).… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 24 – “Non profit, imprese sociali e fondazioni obbligate al sindaco o al collegio” – Sepio 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 24 – “Iscritti al Registro senza i vincoli dell’anticorruzione” – Sepio 


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ PER AZIONI | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | AMMINISTRAZIONE NEL SISTEMA TRADIZIONALE | CESSAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dottore commercialista assoggettato a procedura da sovraindebitamento – Decadenza da incarichi di amministratore o sindaco – Condizioni – Profili deontologici (pronto ordini CNDCEC 16.10.2019 n. 41)

Il CNDCEC, nel pronto ordini 16.10.2019 n. 41, ha precisato che:
– le ipotesi di incapacità personali degli amministratori e dei sindaci indicate negli artt. 2382 e 2399 co. 1 lett. a) c.c. devono ritenersi “tassative” e “inderogabili”, in quanto poste a tutela dell’ordine pubblico;
– la disciplina sulla composizione della crisi da sovraindebitamento ex L. 3/2012 riguarda soggetti che, essendo per espressa previsione di legge esclusi dall’ambito applicativo della legge fallimentare, non possono fallire.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Non decade il sindaco “sovraindebitato”” – Meoli 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | DISPOSIZIONI GENERALI | ONERI DETRAIBILI

Soggetti affetti da DSA – Detrazione IRPEF del 19% – Obbligo di documentazione mediante fattura o scontrino fiscale (risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 440)

La risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 440 ha precisato che, per poter beneficiare della detrazione IRPEF del 19% di cui alla lett. e-ter) dell’art. 15 co. 1 del TUIR per le spese sostenute per l’acquisto di strumenti necessari a soggetti affetti da DSA, dalla fattura o dalla ricevuta fiscale deve risultare il codice fiscale del soggetto affetto dal disturbo e la natura del prodotto acquistato o utilizzato.
Tuttavia, considerato che la detrazione riguarda le spese sostenute dall’1.1.2018 e che le disposizioni attuative sono state emanate successivamente con il provv.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Scontrino da integrare col codice fiscale per la detrazione per DSA” – Zeni 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | IRES | ENTI NON COMMERCIALI E ONLUS

Bar didattico all’interno di un istituto superiore – Natura non commerciale dell’attività – Condizioni (risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 446)

La risposta interpello 29.10.2019 n. 446 ha affermato che lo svolgimento all’interno di un istituto di istruzione superiore di un “bar didattico”, volto a misurare concretamente le competenze professionali acquisite dagli studenti attraverso una esperienza pratica, è irrilevante ai fini IRES e IVA.
L’attività di “bar didattico” nel caso di specie è svolta con le medesime strutture utilizzate dall’istituto per l’espletamento della propria attività didattica istituzionale, quindi senza una specifica organizzazione che possa far presumere lo svolgimento di un’attività imprenditoriale ex art. 55 del TUIR.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Bar didattico all’interno della scuola irrilevante ai fini IRES e IVA” – Napolitano 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | FATTURAZIONE | FATTURAZIONE ELETTRONICA

Comunicazioni di anomalia – Omesso invio dei dati delle liquidazioni periodiche – Adempimento spontaneo (provv. Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 736758)

Con il provv. 29.10.2019 n. 736758, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità con le quali i soggetti passivi verranno informati in ordine alle anomalie derivanti dal confronto fra i dati contenuti nelle comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA relative al primo e al secondo trimestre del 2019 e quelli presenti nelle fatture elettroniche trasmesse mediante Sistema di Interscambio e nelle comunicazioni delle operazioni transfrontaliere riferite ai medesimi periodi.
Si tratta, in particolare, dei casi in cui, a fronte dell’emissione di e-fatture o della presentazione dell’esterometro, non risultano pervenute all’Amministrazione finanziaria le comunicazioni delle liquidazioni periodiche.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Al via controlli incrociati fra e-fatture, liquidazioni periodiche ed esterometro” – Redazione 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 23 – “Sull’Iva il Fisco invita a ravvedersi” – Morina – Morina
Dottrina Italia Oggi del 30.10.2019, p. 33 – “Irregolarità Iva, arrivano le lettere” – Redaz. 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | RIMBORSI | RIMBORSO INFRANNUALE | ISTANZA DI RIMBORSO

Modello TR relativo al terzo trimestre 2019 – Termini di presentazione dell’istanza – Computo del credito riportato dal trimestre precedente – Esclusione

In presenza di almeno uno dei presupposti previsti dall’art. 38-bis co. 2 del DPR 633/72, i soggetti passivi possono presentare entro giovedì 31.10.2019 il modello IVA TR per chiedere il rimborso o utilizzare in compensazione il credito IVA relativo al terzo trimestre 2019 (art. 8 co. 2 del DPR 542/99).
A tale proposito, si rileva che:
– il credito esposto nel predetto modello deve essere determinato con riferimento esclusivamente all’eccedenza d’imposta detraibile che risulta dalla liquidazione relativa al trimestre di competenza, senza computare l’eventuale credito riportato dal periodo precedente (C.M. 92/99, § 2.3);… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Ultimo appuntamento nel 2019 con il modello IVA TR” – Gazzera 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI

Corrispettivi del mese di settembre 2019 – Termine per l’Invio dei dati – Moratoria delle sanzioni – Condizioni di applicabilità

I soggetti passivi IVA che, ai sensi dell’art. 2 co. 1 del DLgs. 127/2015, sono obbligati alla memorizzazione e alla trasmissione telematica dei corrispettivi, possono trasmettere i dati del mese di settembre 2019 entro il 31.10.2019 senza l’applicazione delle relative sanzioni (artt. 6 co. 3 e 12 co. 2 del DLgs. 471/97).
Infatti, l’art. 2 co. 6-ter del DLgs. 127/2015 dispone che, nei primi sei mesi di applicazione dei nuovi obblighi, è possibile trasmettere i dati oltre il termine ordinario di 12 giorni, purché entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione. … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Invio telematico dei corrispettivi di settembre entro domani senza sanzioni” – Cosentino – La Grutta 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | SUCCESSIONI E DONAZIONI

Trasferimento di partecipazioni per successione a favore di fondazione riconosciuta – Valore fiscale (risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 441)

Con la risposta interpello 29.10.2019 n. 441, l’Agenzia delle Entrate ha esaminato le conseguenze fiscali della successione di partecipazioni a favore di fondazione riconosciuta.
Dal punto di vista delle imposte indirette, l’Agenzia ha chiarito che il trasferimento va esente dall’imposta sulle successioni, a norma dell’art. 3 co. 1 del DLgs. 346/90, in presenza delle condizioni oggettiva e soggettiva richieste dalla norma (natura di fondazione riconosciuta del beneficiario e natura di pubblica utilità dell’attività e dell’oggetto della fondazione medesima) a prescindere dal fatto che le partecipazioni trasferite attribuiscano il controllo sociale, atteso che non si rientra nella fattispecie agevolativa prevista, invece, dal co. 4-ter del DLgs. 346/90.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Esente la cessione di azioni ricevute per successione dalla fondazione” – Augello 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 24 – “Fondazioni, quote societarie ereditate esenti da imposta” – Manfredonia – Sepio 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | SUCCESSIONI E DONAZIONI

Trasferimento di nuda proprietà – Adempimento dell’obbligo di riconoscenza – Donazione remuneratoria (risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 444)

L’Agenzia delle Entrate, nella risposta interpello 29.10.2019 n. 444, ha affermato che l’atto di trasferimento, da parte del coniuge, della nuda proprietà di un immobile all’altro coniuge con l’intenzione di assicurare a quest’ultimo i mezzi patrimoniali necessari per un’esistenza dignitosa costituisce una donazione remuneratoria ex art. 770 c.c. e sconta l’imposta sulle donazioni, oltre alle imposte ipotecaria e catastale.
L’atto non configura un’obbligazione naturale ex art. 2034 c.c. e non si applica l’imposta di registro del 3% prevista per gli atti “diversi da quelli altrove indicati aventi per oggetto prestazioni a contenuto patrimoniale” (art. 9 della Tariffa, Parte I, allegata al DPR 131/86), come prospettato da… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Trasferimento di nuda proprietà per riconoscenza con imposta sulle donazioni” – Pasquale 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 23 – “Donazione per gratitudine, tassa ordinaria” – Busani 


IMMOBILI | AGEVOLAZIONI PRIMA CASA

Decadenza – Mutuo dissenso di precedente donazione che comporta la titolarità di altra abitazione acquistata con il beneficio (risposta interpello Agenzia delle Entrate 29.10.2019 n. 443)

Nella riposta interpello 29.10.2019 n. 443, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non comporta la decadenza dall’agevolazione prima casa lo scioglimento, per mutuo consenso, della precedente donazione con cui il contribuente aveva donato una abitazione acquistata con il beneficio. Infatti, le condizioni agevolative vanno verificate al momento dell’atto di acquisto ed in quella data il contribuente non risultava titolare di diritti di proprietà o altri diritti reali su due immobili acquistati, su tutto il territorio nazionale con l’agevolazione … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Chi scioglie la donazione per mutuo dissenso non perde il bonus prima casa” – Mauro 


INTERNAZIONALE | CONVENZIONI INTERNAZIONALI

Lavoratori dipendenti di compagnie aeree estere – Modalità di tassazione del reddito di lavoro subordinato

In tema di reddito del personale di volo impiegato dalle compagnie estere, le regole di tassazione del reddito di lavoro subordinato, in presenza di Convenzioni contro le doppie imposizioni, possono subire deroghe differenti a seconda dei singoli trattati:
– la Convenzione Italia – Irlanda dispone una tassazione concorrente nello Stato della fonte del reddito, quello ove ha sede la direzione effettiva dell’impresa, e nello Stato della residenza del dipendente;
– la Convenzione Italia – Emirati Arabi stabilisce che i redditi di lavoro, per attività svolte a bordo di aeromobili in traffico internazionale, sono imponibili “soltanto” nel Paese in cui è situata la sede di direzione effettiva dell’impresa, ponendo in dubbio se lo Stato di residenza perda o meno la possibilità di tassare la persona sulla base del presupposto della residenza; … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Personale di volo tassato in base alle Convenzioni contro le doppie imposizioni” – Ascenzi 


LAVORO | PREVIDENZA | AMMORTIZZATORI SOCIALI

Reddito di cittadinanza – Assegno di ricollocazione – Modalità operative (delibera ANPAL 17.10.2019 n. 17)

Nelle modalità operative allegate alla delibera 17.10.2019 n. 17, l’ANPAL precisa che la scheda anagrafico-professionale del percettore del reddito di cittadinanza (Rdc) deve indicare l’eventuale partecipazione del soggetto ad altri programmi di politica attiva, essendo questi ultimi incompatibili con l’assegno di ricollocazione.
Viene altresì evidenziato che le amministrazioni competenti sono tenute a comunicare in modo tempestivo all’ANPAL ogni nuova misura di politica attiva analoga, che dà luogo alla temporanea incompatibilità con l’assegno di ricollocazione. … CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.10.2019, p. 25 – “Ricollocazione, allerta sulle misure incompatibili” – Prioschi 


PROFESSIONISTI | ESERCIZIO IN FORMA ASSOCIATA | SOCIETÀ TRA PROFESSIONISTI

Partecipazione di STP ad altra STP – Esclusione (pronto ordini CNDCEC 9.10.2019 n. 68)

Con il pronto ordini 9.10.2019 n. 68, il CNDCEC ha affermato che, in capo al professionista socio di una STP cui partecipi anche un’altra STP il cui unico socio sia lo stesso professionista, può ravvisarsi – in virtù di quanto dispongono l’art. 10 co. 6 della L. 183/2011 e l’art. 6 co. 1 del DM 34/2013 – una situazione di incompatibilità.
Più precisamente, il CNDCEC osserva come:
– ai sensi dell’art. 10 co. 6 della L. 183/2011, la partecipazione ad una STP sia incompatibile con la partecipazione ad altra STP;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “La STP non può partecipare a un’altra STP” – Morino 


PROFESSIONISTI | ESERCIZIO IN FORMA ASSOCIATA | SOCIETÀ TRA PROFESSIONISTI

Acquisto di partecipazioni in società commerciali – Ammissibilità – Condizioni – Informativa pubblicitaria non conforme alle norme deontologiche (pronto ordini CNDCEC 1.10.2019 n. 95)

Con il pronto ordini 1.10.2019 n. 95 il CNDCEC ha affermato che una STP può acquisire partecipazioni in società commerciali, purché:
– l’acquisizione non pregiudichi l’esercizio dell’attività professionale;
– i soci della STP non assumano cariche sociali nella società partecipata.
Al riguardo, il CNDCEC precisa che la STP – come dispone l’art. 10 co. 3 della L. 183/2011 – è una società costituita per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico. Pertanto, anche alla luce della definizione di “società tra professionisti” o “società professionale” fornita dall’art. 1 lett. a) del DM 34/2013, sembrerebbe da escludere la possibilità per la STP di acquistare partecipazioni di controllo in società commerciali, pur potendo la società:… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Niente partecipazioni di controllo in società commerciali per la STP” – Morino 


SETTORI PARTICOLARI | INFORMATICA | COMMERCIO ELETTRONICO

Vendite a distanza facilitate da piattaforme online – Obblighi informativi – Novità del DL 34/2019 convertito (c.d. DL “crescita”) – Regolarizzazione delle comunicazioni omesse o incomplete

Con riferimento alla comunicazione dei dati delle vendite a distanza di beni nella UE o di beni importati, l’art. 13 co. 3 del DL 34/2019 stabilisce che il soggetto passivo che non ha trasmesso i dati o che li ha trasmessi in modo errato sia debitore dell’IVA derivante da tali operazioni.
Il provv. Agenzia delle Entrate 31.7.2019 n. 660061 (§ 3.5) ha previsto le seguenti esimenti:
– nel caso di mancata trasmissione dei dati, il soggetto passivo non è considerato debitore d’imposta se dimostra che l’IVA è stata assolta dal fornitore;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.10.2019 – “Invio errato dei dati delle piattaforme digitali regolarizzabile entro un mese” – Greco 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento