Breaking News ANC Martedì 30 Giugno 2020

//Breaking News ANC Martedì 30 Giugno 2020

Breaking News ANC Martedì 30 Giugno 2020

AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni – Credito d’imposta commisurato all’aumento di capitale – Novità del DL 34/2020 (DL “Rilancio”)

In relazione alla previsione di cui all’art. 26 del DL 34/2020, in tema di “Rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni”, ed al credito d’imposta ivi previsto, l’Autore evidenzia, tra l’altro, che:
– gli aumenti di capitale sociale contemplati devono essere a pagamento;
– sembrerebbero esclusi gli aumenti in natura, ma l’aspetto meriterebbe un chiarimento, sia perché i conferimenti in natura potrebbero rispondere alla “ratio” dello strumento, sia perché, nelle srl, ciò potrebbe aprire agli apporti di opere e servizi;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Sovrapprezzo compreso nell’aumento di capitale massimo agevolabile” – Pezzetta 


AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Bonus vacanze – Novità del DL 34/2020 (DL “Rilancio”) – Recupero tramite credito d’imposta per il fornitore del servizio – Cessione del credito a terzi

L’art. 176 co. 5 del DL 34/2020 prevede che il fornitore del servizio turistico, in alternativa all’utilizzo in compensazione, possa cedere il proprio credito d’imposta tramite la piattaforma disponibile in una sezione riservata del sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.
Lo stesso comma prevede che il “credito d’imposta non ulteriormente ceduto è usufruito dal cessionario con le stesse modalità del cedente”. Sulla base di tale previsione, sembrava che il cessionario potesse alternativamente o cedere ulteriormente il credito ovvero utilizzarlo in compensazione.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.6.2020, p. 31 – “Bonus vacanze, il cessionario può solo compensare il credito” – Santacroce – Vernassa 


AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI | DETASSAZIONE INVESTIMENTI AMBIENTALI

Divieto di cumulo tra Tremonti ambientale e Conto energia – Restituzione della detassazione – Comunicazione e versamento del dovuto – Termine del 30.6.2020 – Dubbi applicativi

In assenza di una specifica proroga, entro il 30.6.2020 occorre presentare l’apposita comunicazione ed effettuare il pagamento integrale degli importi dovuti per la definizione prevista dall’art. 36 co. 2 del DL 124/2019 convertito, che consente di mantenere i benefici derivanti dalle tariffe incentivanti a fronte del divieto di cumulo con la Tremonti ambientale.
In merito al meccanismo applicativo, occorre effettuare il “pagamento di una somma determinata applicando alla variazione in diminuzione effettuata in dichiarazione relativa alla detassazione per investimenti ambientali l’aliquota d’imposta pro tempore vigente”.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Restano i dubbi sulla rinuncia alla Tremonti ambientale in scadenza oggi” – Alberti – Cotto


ATTIVITÀ FINANZIARIE | ANTIRICICLAGGIO | PROFESSIONISTI

Autovalutazione del rischio – Adeguatezza dell’assetto organizzativo e dei presidi – Procedura valutativa (regola tecnica CNDCEC n. 1)

Secondo la regola tecnica CNDCEC n. 1, i destinatari degli obblighi antiriciclaggio devono effettuare l’autovalutazione del rischio (con cadenza triennale, con la facoltà di procedere al relativo aggiornamento quando se ne valuti la necessità o lo si ritenga opportuno), che si articola nelle seguenti fasi:
– individuazione del rischio inerente all’attività dello studio (con l’attribuzione di un punteggio da 1 a 4, a seconda della rilevanza, a fattori quali la tipologia di clientela, l’area geografica di operatività, i canali distributivi e i servizi offerti);… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Tipologia di clientela rilevante per l’autovalutazione del rischio dello studio” – De Rosa 


DIRITTO SOCIETARIO | OPERAZIONI STRAORDINARIE | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | SCISSIONE

Scissione totale – Fallimento della società scissa (Cass. 19.6.2020 n. 11984)

La Corte di Cassazione, nella sentenza 19.6.2020 n. 11984, ha precisato che la scissione totale dà luogo ad un fenomeno estintivo cui si applica, rispetto alla società scissa, che resta fallibile, l’art. 10 del RD 267/42 (si veda anche Cass. 4737/2020).
Anche nel caso di scissione totale la società scissa non sopravvive, ma si estingue senza liquidazione: si tratta di una tecnica di estinzione alternativa alla liquidazione (si vedano gli artt. 2 e 17 della direttiva 82/891/CEE e Cass. 6143/2001) e, se l’ente si è estinto (e ne è seguita la cancellazione al Registro delle imprese), non può che trovare applicazione l’art. 10 del RD 267/42.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “La scissione totale non mette in salvo la scissa” – Meoli 


FISCALE | DOGANE

Sistema delle decisioni doganali (Customs Decisions System) – Rilascio della nuova versione da parte della Commissione europea (circ. Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 26.6.2020 n. 17)

In data 29.6.2020, la Commissione europea ha rilasciato la nuova versione del sistema Customs Decisions (CDS), identificata dal codice 1.24.
A tale proposito, nella circ. Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 26.6.2020 n. 17 è stato precisato, fra l’altro, che:
– il principale obiettivo della predetta versione è l’allineamento del sistema Customs Decisions al regolamento UE 28.7.2015 n. 2446 (RD) e al regolamento UE 24.11.2015 n. 2447 (RE), in quanto la prima versione del sistema era stata sviluppata dalla Commissione europea sulla base della terza bozza di lavoro di tali regolamenti;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Operativa la nuova versione del sistema delle decisioni doganali” – Ugolini 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | DISPOSIZIONI GENERALI | ONERI DETRAIBILI

Detrazione IRPEF/IRES per interventi di riqualificazione energetica e antisismici – Immobili delle imprese – Contenzioso pendente (ris. Agenzia delle Entrate 25.6.2020 n. 34)

In base alla ris. Agenzia delle Entrate 25.6.2020 n. 34, l’ecobonus e il sismabonus vengono riconosciuti a tutti gli immobili delle imprese, superando in questo modo l’orientamento precedente, che circoscriveva la detrazione agli immobili strumentali.
In merito al contenzioso pendente, è possibile far valere il nuovo orientamento, salvo la cartella non sia stata impugnata nei termini oppure non sia stata impugnata nei termini la sentenza di rigetto del ricorso.
Ove il contribuente non abbia, magari a titolo cautelativo, fruito della detrazione, potrebbe, nei termini di legge, presentare un’integrativa o chiedere il rimborso.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Contenzioso pendente problematico per eco e sismabonus” – Cissello 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.6.2020, p. 29 – “Imprese, agevolazione con Iva su edifici in affitto” – De Stefani 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | REDDITI DIVERSI

Rideterminazione del valore delle partecipazioni non quotate e dei terreni – Beni in comunione pro indiviso

Entro il 30.6.2020 è possibile optare per la rideterminazione dei valori di acquisto di partecipazioni non quotate, mediante corresponsione di un’imposta sostitutiva dell’11% (ex L. 160/2019).
Il regime, riproposto più volte negli anni, richiede che la partecipazione:
– non sia detenuta come bene d’impresa;
– non sia negoziata in mercati regolamentati;
– sia posseduta alla data dell’1.1.2020.
Con riferimento al requisito del possesso, si analizza l’ipotesi di detenzione della partecipazione in comunione ereditaria pro indiviso derivante dall’apertura di una successione anteriore all’1.1.2020.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Rivalutazione anche per partecipazioni e terreni in comunione” – Sanna 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | SPLIT PAYMENT

Applicabilità sino al 30.6.2020 – Rinnovo della misura di deroga – Richiesta di autorizzazione da parte del Governo italiano – Proposta all’esame del Consiglio UE

In data 23.6.2020, la Commissione europea ha trasmesso al Consiglio dell’UE la proposta di decisione che autorizza l’Italia a continuare ad applicare il meccanismo dello split payment (art. 17-ter del DPR 633/72) sino al 30.6.2023 (comunicazione Commissione europea 22.6.2020 n. COM(2020) 242 final).
Qualora la decisione non fosse adottata entro il 30.6.2020 (termine finale di applicazione attualmente previsto dalla decisione UE 25.4.2017 n. 784), gli Autori rilevano, fra l’altro, quanto segue:… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Attesa l’autorizzazione Ue per la proroga dello split payment” – Gazzera – La Grutta 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | VARIAZIONE DELL’IMPONIBILE O DELL’IMPOSTA

Nota di variazione in diminuzione – Termine di emissione – Dichiarazione annuale IVA (risposta interpello Agenzia delle Entrate 24.6.2020 n. 192)

Secondo prassi consolidata, per effetto del combinato disposto degli artt. 19 e 25 del DPR 633/72, le note di credito devono essere emesse “(e la maggiore imposta a suo tempo versata può essere detratta), al più tardi, entro la data di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno in cui si è verificato il presupposto” che consente di operare la variazione in diminuzione (circ. Agenzia delle Entrate 1/2018).
Posto che l’emergenza legata alla pandemia COVID-19 ha comportato una proroga del termine per la presentazione senza sanzioni del modello IVA 2020 (art. 62 del DL 18/2020), il termine può essere rispettato “a condizione che la nota di variazione in diminuzione sia emessa al massimo entro il termine ultimo di presentazione della dichiarazione IVA 2020, ora prorogato dal 30 aprile al 30 giugno 2020” (risposta interpello Agenzia delle Entrate 107/2020).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Ultimo giorno per emettere le note di variazione relative al 2019” – Bilancini – Greco 


FISCALE | RISCOSSIONE | MODELLO F24 | RATEIZZAZIONE

Agricoltori in regime di esonero IVA – Presentazione del modello 730 senza sostituto – Modalità di rateazione delle imposte (interpello DRE Puglia n. 917-88/2020)

Con la risposta fornita dalla DRE Puglia all’interpello n. 917-88/2020 sono state chiarite le modalità di rateazione per il pagamento delle imposte sui redditi da parte dei produttori agricoli in regime di esonero dagli adempimenti IVA ex art. 34 co. 6 del DPR 633/72 che presentano il modello 730 “senza sostituto”.
Infatti, tali soggetti, se non tenuti alla presentazione dei modelli IRAP e 770, possono optare per la presentazione del modello 730 in luogo del modello REDDITI. Tuttavia, poiché le istruzioni al modello 730/2020 rinviano genericamente ai termini e alle modalità di versamento previsti in caso di presentazione del modello REDDITI PF, e il modello 730 non contempla la possibilità di indicare la partita IVA, si è posto il dubbio sulle modalità di rateazione applicabili.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.6.2020, p. 32 – “Agricoltori in esonero Iva, rate entro il 30 del mese” – Carucci 


FISCALE | RISCOSSIONE | MODELLO F24 | VERSAMENTI UNIFICATI

Versamenti in scadenza al 30.6.2020 o al 30.7.2020 – Proroga per i contribuenti che applicano gli ISA e per i soggetti minimi e forfetari – Pubblicazione del DPCM 27.6.2020

Con il DPCM 27.6.2020, pubblicato sulla G.U. 29.6.2020 n. 162, è stata disposta la proroga:
– al 20.7.2020, dei versamenti in scadenza il 30.6.2020 senza maggiorazione;
– al 20.8.2020, dei versamenti in scadenza il 30.7.2020 con la maggiorazione dello 0,4%.
La proroga si applica ai soggetti che rispettano entrambe le seguenti condizioni:
– esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), di cui all’art. 9-bis del DL 50/2017;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Ufficiale la proroga dei versamenti per i contribuenti ISA e forfetari” – Negro 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.6.2020, p. 32 – “Redditi, ufficiale la proroga al 20 luglio dei pagamenti per i soggetti Isa” – Morina – Morina 
Dottrina Italia Oggi del 30.6.2020, p. 32 – “Isa e forfetari, proroga fiscale” – Poggiani 


LAVORO | PREVIDENZA | AMMORTIZZATORI SOCIALI

CIGO e CIG in deroga – Domanda di pagamento diretto con richiesta di anticipo del 40% – Modalità e termini (circ. INPS 27.6.2020 n. 78)

Con la circ. 78/2020, l’INPS è intervenuto in materia di CIGO, assegno ordinario e CIG in deroga con causale COVID-19 concessi dopo le prime 9 settimane di fruizione, fornendo le istruzioni in merito all’anticipo dei trattamenti di cui all’art. 22-quater co. 4 del DL 18/2020 (introdotto dal DL 34/2020), limitatamente alle domande presentate direttamente al medesimo Istituto a decorrere dal 18.6.2020, per le quali il datore abbia richiesto il pagamento diretto.
Sul punto, l’INPS chiarisce subito che, in fase di prima applicazione, se il periodo di sospensione o riduzione ha avuto inizio prima dello scorso 18.6.2020, l’istanza va presentata entro il quindicesimo giorno successivo alla medesima data, vale a dire entro il 3.7.2020.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “In fase di prima applicazione richieste di anticipo CIG entro il 3 luglio” – Mamone 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.6.2020, p. 33 – “Cassa con pagamento diretto, domande a due scadenze” – De Fusco 
Dottrina Italia Oggi del 30.6.2020, p. 35 – “Si allarga l’anticipo della cig” – Cirioli 


OPERAZIONI STRAORDINARIE | CESSIONE D’AZIENDA | ASPETTI FISCALI | IMPOSIZIONE DIRETTA

Plusvalenza da cessione d’azienda – Passivo aziendale trasferito – Fondi per rischi o oneri non riconosciuti sul piano fiscale

In caso di cessione d’azienda, la plusvalenza imponibile ai fini delle imposte sul reddito è data dalla differenza tra il corrispettivo pattuito ed il costo fiscalmente riconosciuto dei singoli elementi patrimoniali facenti parte del complesso aziendale trasferito. Pertanto, se tra gli elementi del passivo aziendale trasferito risultano compresi anche fondi per rischi o oneri non riconosciuti sul piano fiscale (c.d. “fondi tassati”, in quanto alimentati da accantonamenti diversi da quelli per i quali è ammessa la relativa deducibilità, ai sensi degli artt. 105, 106 e 107 del TUIR), il cedente deve procedere alla corrispondente variazione fiscale della plusvalenza o della minusvalenza che emerge sul piano contabile.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 30.6.2020 – “Fondi rischi non riconosciuti nel calcolo della plusvalenza imponibile” – Zanetti 


TUTELA E SICUREZZA | AMBIENTE

MUD 2020 – Termine di presentazione

A seguito della proroga prevista dall’art. 113 del DL 18/2020 il termine per inviare il MUD (modello unico di dichiarazione ambientale) è stato differito dal 30 aprile al 30.6.2020.
Per i rifiuti prodotti e gestiti nel 2019 e per le apparecchiature elettriche ed elettroniche (Aee) prodotte, quindi, deve essere inviato oggi il modello alle Camere di commercio (il modello da utilizzare è quello approvato dal DPCM 24.12.2018).
L’adempimento potrà comunque essere eseguito tardivamente fino al 29.8.2020 pagando una sanzione amministrativa da 26,00 euro a 160,00 euro ai sensi dell’art. 258 del DLgs. 152/2006.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 30.6.2020, p. 34 – “Mud, per i ritardatari c’è tempo fino al 29 agosto” – Redaz. 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento