Breaking News ANC Lunedì 1 Luglio 2019

//Breaking News ANC Lunedì 1 Luglio 2019

Breaking News ANC Lunedì 1 Luglio 2019

AGEVOLAZIONI | AGEVOLAZIONI FISCALI

Regime degli impatriati e rientro di ricercatori e docenti – Novità del DL 34/2019 convertito (c.d. DL “crescita”)

Gli Autori evidenziano che, al fine di accedere ai regimi di favore previsti per gli impatriati e per i ricercatori e docenti, occorre verificare tra l’altro:
– il rispetto del requisito della residenza fiscale all’estero nel periodo richiesto dalla norma agevolativa che precede il rientro in Italia;
– la decorrenza della nuova versione dell’agevolazione, connessa alla data del rientro.
Si evidenzia altresì che, dopo le modifiche introdotte dall’art. 5 del DL 34/2019 convertito, possono ora accedere alle agevolazioni previste dall’art. 16 del DLgs. 147/2015 per i “lavoratori impatriati” e dall’art. 44 del DL 78/2010 per i docenti e i ricercatori anche i cittadini italiani non iscritti all’AIRE, purché abbiano avuto la residenza in un altro Stato in base a una convenzione contro le doppie imposizioni sui redditi nei due periodi d’imposta antecedenti al tra… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 16 – “Residenza, decorrenza e attività: la check list per il bonus impatriati” – Cagnoni – D’Ugo 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 16 – “Criteri Ocse per definire il luogo di abitazione” – Cagnoni – D’Ugo 


CONTABILITÀ | PRINCIPI CONTABILI | PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

Disallineamenti emersi in sede di prima applicazione dei principi IAS/IFRS – Disallineamenti derivanti da variazioni nei principi IAS/IFRS adottati – Riallineamento tra valori di bilancio e valori fiscali

L’Autore analizza, alla luce dell’avvicinarsi della scadenza per i versamenti delle imposte sui redditi, il regime di riallineamento previsto dall’art. 15 del DL 29.11.2008 n. 185 (conv. L. 28.1.2009 n. 2) per i soggetti che redigono il bilancio in base ai principi contabili internazionali IAS/IFRS.
Nel dettaglio, i co. 2 – 7-bis consentono di riallineare le divergenze tra valori contabili e valori fiscali registrate:
– in sede di prima applicazione dei principi IAS/IFRS;
– in caso di variazioni nei principi IAS/IFRS adottati.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “Con l’IFRS 16 il riallineamento “totale” non è globale” – Russetti 


DIRITTO COMMERCIALE | ENTI NON COMMERCIALI

Enti del Terzo settore – Adeguamento degli statuti alle nuove disposizioni del Codice del Terzo settore – Modifica degli statuti con le maggioranze semplici – Termine del 30.6.2020

In deroga agli artt. 101 co. 2 del DLgs. 117/2017 (Codice del Terzo settore) e 17 co. 3 del DLgs. 112/2017 (Riforma dell’impresa sociale), il termine per apportare le modifiche necessarie ad adeguare atti costitutivi e statuti alle disposizioni introdotte dai citati decreti è prorogato al 30.6.2020, rispettivamente, per:
– bande musicali, ONLUS, organizzazioni di volontariato (ODV) e associazioni di promozione sociale (APS);
– imprese sociali (art. 43 co. 4-bis del DL 34/2019 convertito).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “Modifiche semplificate agli statuti degli ETS fino al 30 giugno 2020” – De Angelis 


DIRITTO PENALE | RESPONSABILITÀ PARAPENALE DELLE PERSONE GIURIDICHE

Reati tributari – Novità della direttiva 2017/1371 – Ampliamento dei reati presupposto del DLgs. 231/2001

È all’esame del Senato il progetto per la legge di delegazione europea 2018 (Ddl. 944), che – tra le altre disposizioni – richiede che il Governo integri il DLgs. 231/2001, in materia di responsabilità delle persone giuridiche, prevedendo espressamente la responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche anche per i reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione europea e che non sono già compresi nelle disposizioni del medesimo decreto.
Tale indicazione deriva dalla necessità di recepimento (entro il 6.7.2019) della direttiva UE 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale (anche nota come “direttiva PIF”).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “Sanzioni non solo pecuniarie per i reati lesivi degli interessi finanziari dell’Ue” – Artusi


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | CONTROLLO | CONTROLLO LEGALE DEI CONTI

Sindaco unico revisore legale – Condizioni (Trib. Bologna 23.5.2019)

Il Tribunale di Bologna, nel decreto del 23.5.2019, ha precisato che, se è vero che all’organo di controllo della srl si deve applicare la disciplina dettata in materia di spa, questa applicazione deve essere effettuata pur sempre tenendo in conto le peculiarità tipiche di questi due tipi societari, in particolare tenendo conto del fatto che nella srl si può optare per la nomina, alternativa o congiunta, di un revisore legale (per svolgere le sole funzioni di revisione legale dei conti) e di un organo sindacale (quest’ultimo, a sua volta, in composizione monocratica o collegiale), con il compito del controllo di legalità (ed eventualmente anche del compito di revisione legale dei conti).… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 19 – “Sì al sindaco unico di Srl esterno al registro revisori” – Busani – Smaniotto 


ENTI LOCALI | REVISIONE DEI CONTI NEGLI ENTI LOCALI

Compensi spettanti ai revisori dei conti degli enti locali – Aggiornamento dei limiti massimi – Applicazione ai revisori dei conti in carica (delibera sez. Autonomie della Corte dei Conti n. 14/2019)

Il recente intervento della Corte dei conti sulla possibilità di aggiornare il compenso dei revisori degli enti locali in carica conferma le indicazioni formulate dal CNDCEC nel
documento del 28.5.2019.
In particolare, il Consiglio nazionale valorizza l’esigenza di assicurare la congruità del compenso che deve poter trovare soddisfazione anche in corso di rapporto, qualora sopravvengano circostanze rilevanti. In tale ambito, la Corte precisa che:
– gli organi consiliari hanno facoltà di verificare che la misura del compenso inizialmente deliberata dall’ente non risponda più ai limiti minimi di congruità e adeguatezza e, in questo caso, riportare il compenso a un livello conforme a quei parametri;… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 21 – “Sui compensi dei revisori il baluardo dell’adeguatezza” – Di Russo 


FISCALE | ACCERTAMENTO | DICHIARAZIONI | MODELLI REDDITI

Ritenuta operata ma non versata e perdite riportate in regime di impresa – Orientamenti giurisprudenziali

La Cass. 31742/2018 ha stabilito che, nel caso in cui il sostituto ometta di versare le ritenute d’acconto, il sostituito non è responsabile in solido in sede di riscossione.
In tali casi, evidenzia l’Autore, l’unico debitore nei confronti dell’Amministrazione finanziaria è il sostituto, il quale, peraltro, avendo effettuato la ritenuta dovrebbe disporre della relativa provvista.
Più critico appare, invece, l’orientamento espresso dalla Cassazione, secondo cui il riporto delle perdite in regime d’impresa costituirebbe una facoltà del contribuente, in quanto tale non ammessa alla correzione tramite presentazione di dichiarazione integrativa a favore ai sensi dell’art. 2 co. 8-bis del DPR 322/98 (tra le altre, Cass. 8195/2019, 5105/2019 e 25566/2017).… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 15 – “Dalle ritenute alle perdite, la Cassazione «riscrive» le istruzioni a Redditi 2019” – Gavelli 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 15 – “Resta il no al riporto delle passività con integrativa” – Gavelli 


FISCALE | CONTENZIOSO | PROCESSO TRIBUTARIO | PROCESSO TELEMATICO

Obbligatorietà del processo tributario telematico – Entrata in vigore

A partire dall’1.7.2019 è obbligatorio l’utilizzo del processo tributario telematico.
In vista di tale termine, si segnalano:
– la modifica delle Avvertenze riportate sui ruoli dell’Agenzia delle Entrate per informare dell’obbligatorietà dell’utilizzo del canale informatico (provvedimento Agenzia delle Entrate 28.6.2019 n. 225849);
– il potenziamento del servizio di assistenza per tutti gli operatori (quindi sia difensori che giudici) che utilizzano il processo tributario … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “Obbligatorio da oggi l’utilizzo del processo tributario telematico” – Monteleone 


FISCALE | DEFINIZIONE DEI RAPPORTI D’IMPOSTA | CONDONI E SANATORIE | CONDONI E SANATORIE EX DL 119/2018 | ROTTAMAZIONE DEI RUOLI E DEGLI ACCERTAMENTI ESECUTIVI

Novità del DL 34/2019 convertito (c.d. DL “crescita”) – Domande presentate dopo il 30.4.2019

In base al DL 34/2019, entro il 31.7.2019 è possibile integrare domande già presentate, ma non sembra ammesso revocare domande presentate entro l’originaria scadenza del 30.4.2019.
Le domande presentate dopo il 30.4.2019 rimangono valide e saranno soggette alla disciplina del DL 34/2019; pertanto, la prima rata andrà versata entro il 30.11.2019, e non entro il 31.7.2019.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “La rottamazione del 31 luglio è autonoma rispetto alla precedente” – Cissello 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | IRES | DIVIDENDI ED INTERESSI

Tassazione dei dividendi in capo a persone fisiche residenti – Carico fiscale complessivo

Con la riforma dell’imposizione dei dividendi ad opera della L. 205/2017, sono presenti nel nostro ordimento diverse modalità di tassazione per i dividendi percepiti da soggetti che svolgono l’attività di holding di partecipazioni.
Per le società semplici, a seguito dell’abrogazione del primo periodo del co. 1 dell’art. 47 del TUIR ad opera della L. 205/2017, non è più previsto che i dividendi debbano concorrere a formare l’imponibile complessivo della società in misura parziale (40%, 49,72% oppure 58,14%). … CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 14 – “Tax rate da record sui dividendi ricevuti da società semplici e trust” – Piazza 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 14 – “Carico fiscale oltre l’85% in caso di recesso del socio” – Piazza


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | IRES | PLUSVALENZE PATRIMONIALI | PARTICIPATION EXEMPTION | REQUISITI PER L’ESENZIONE

Trasformazione e conferimento d’azienda preordinato alla cessione della partecipazione – Profili abusivi (risposta interpello Agenzia delle Entrate 11.6.2019 n. 185)

La risposta interpello Agenzia delle Entrate 11.6.2019 n. 185 rileva una condotta abusiva ai sensi dell’art. 10-bis della L. 212/2000 nel caso di specie:
– trasformazione da snc a srl, in regime di neutralità fiscale (art. 170 del TUIR);
– successivo conferimento di ramo d’azienda commerciale in una srl di nuova costituzione, in regime di neutralità ex art. 176 del TUIR;
– cessione, da parte della srl, a favore di nuovi soci, del 70% delle quote nella società neo costituita.
In particolare, si afferma che la trasformazione da snc a srl costituisce:… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “La PEX al 95% post trasformazione non è un vantaggio indebito” – Zanetti 
Dottrina Italia Oggi del 1.7.2019, p. 11 – “Il test anti-abuso è rigidissimo” – Felicioni 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | DETRAZIONE

Operazioni soggettivamente e oggettivamente inesistenti – Diritto alla detrazione dell’IVA e buona fede

Richiamando la giurisprudenza UE (Corte di Giustizia UE 18.12.2014 cause riunite C-131/13, C-163/13 e C-164/13) e nazionale (Cass. 20.12.2012 n. 23560) in materia, l’Autore rileva che occorre distinguere fra:
– operazioni soggettivamente inesistenti per le quali non può essere negato il diritto alla detrazione dell’IVA al cessionario o committente che abbia operato secondo buona fede e con la dovuta diligenza, ossia adottando tutte le misure che possono ragionevolmente essere chieste a un soggetto passivo per evitare di partecipare alla frode;… CONTINUA»

Dottrina Italia Oggi del 1.7.2019, p. 8 – “L’inesistenza della operazione mette k.o. la detrazione dell’Iva” – Ricca Livello di importanza 1
Dottrina Italia Oggi del 1.7.2019, p. 9 – “La linea dura della Corte Ue” – Ricca 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | FATTURAZIONE | FATTURAZIONE ELETTRONICA

Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi – Novità del secondo semestre 2019 (circ. Agenzia delle Entrate 29.6.2019 n. 15)

A seguito della modifica dell’art. 21 co. 4 del DPR 633/72 ad opera del DL 34/2019 convertito, a decorrere dall’1.7.2019, è prevista la possibilità di emettere la fattura immediata entro dodici giorni dalla data di effettuazione dell’operazione. Ove tale data sia differente da quella di emissione, il soggetto passivo sarà tenuto a dare conto di entrambe nel documento. Con l’introduzione dei nuovi termini decadono le misure di annullamento delle sanzioni nel caso di trasmissione della fattura tardiva previste dal DL 119/2018.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “Il processo di digitalizzazione di fatture e corrispettivi entra nella seconda fase” – Bilancini – Cosentino


IMMOBILI | AGEVOLAZIONI PRIMA CASA

Coniugi in separazione dei beni – Alienazione di una quota dell’immobile acquistato col beneficio al coniuge – Effetti

La lett. c) della Nota II- bis all’art. 1 della Tariffa, parte I, allegata al DPR 131/86, richiede, per l’applicazione dell’agevolazione prima casa, tra il resto, che l’acquirente dichiari “di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge”.
La lettera normativa può indurre qualche dubbio ove richiede che l’acquirente dichiari di non essere titolare di immobili già acquistati col beneficio da lui stesso “o dal coniuge”. … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “La vendita al coniuge consente il bonus prima casa per l’ulteriore acquisto” – Mauro 


LAVORO | LAVORO SUBORDINATO | LICENZIAMENTO COLLETTIVO

Licenziamento collettivo – Violazione dei criteri di scelta dei lavoratori – Lavoratori legittimati all’impugnazione – Onere della prova (Cass. 22.5.2019 n. 13871 e Cass. 24.5.2019 n. 14254)

La Cass. 22.5.2019 n. 13871 chiarisce che l’annullamento del licenziamento collettivo per violazione dei criteri di scelta può essere chiesto solo dai lavoratori che, in concreto, abbiano subito un trattamento deteriore e, dunque, uno specifico pregiudizio per effetto di tale violazione. La domanda non può quindi arrivare indistintamente e cumulativamente da ciascuno dei lavoratori licenziati.
La definizione dei criteri di scelta da adottare nelle procedure di mobilità segue regole diverse, a seconda che sia stato raggiunto o meno un accordo sindacale (art. 5 della L. 223/91).… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 20 – “Licenziamento collettivo: criteri di scelta contestabili da chi ha avuto un danno” – Dui 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 1.7.2019, p. 20 – “Necessario tutelare la percentuale delle lavoratrici” – Lambrou 


SETTORI PARTICOLARI | NAUTICA

Sistema telematico centrale della nautica da diporto (SISTE) – Fase di sperimentazione

Il funzionamento del Registro telematico della nautica da diporto è stato presentato al pubblico in data 3.6.2019 presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
La fase di sperimentazione avviata ad aprile:
– è attualmente gestita dalle Capitanerie di Porto;
– sarà estesa anche ad alcune Agenzie, a partire dai primi giorni di luglio;
– si chiuderà a novembre 2019.
Al termine della predetta fase, l’Autore rileva che sarà possibile la consultazione anche da parte delle Forze di Polizia e, in particolare, della Guardia di Finanza, la quale potrà incrociare i relativi dati con quelli già presenti nelle banche dati in uso per il contrasto alle grandi frodi fiscali, al riciclaggio di proventi illeciti, nonché al traffico internazionale di stupefacenti, di armi e di esseri umani perpetrat… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 1.7.2019 – “Semplificazione col Sistema telematico centrale della nautica da diporto” – Casaregola 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento