Breaking News ANC Giovedì 31 Ottobre 2019

//Breaking News ANC Giovedì 31 Ottobre 2019

Breaking News ANC Giovedì 31 Ottobre 2019

ATTIVITÀ FINANZIARIE | ANTIRICICLAGGIO

Autoriciclaggio – Rapporti con reato presupposto – Momento consumativo (Cass. pen. 30.10.2019 n. 44198)

La Corte di Cassazione, nella sentenza 30.10.2019 n. 44198, ha respinto la tesi avanzata dalla pubblica accusa secondo cui la fattispecie di autoriciclaggio ex art. 648-ter.1 c.p. è un reato “eventualmente di durata”.
Nel caso affrontato dai giudici di legittimità si discuteva della distrazione di un’azienda integrante il reato di bancarotta fraudolenta societaria ex artt. 216 e 223 del RD 267/42 e della possibile rilevanza, ai fini dell’autoriciclaggio, delle successive operazioni di trasferimento e di gestione dell’azienda medesima in capo ad altra società all’uopo costituita.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “L’autoriciclaggio non è un reato “di durata”” – Artusi 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 27 – “Niente autoriciclaggio con la bancarotta per distrazione” – Maciocchi 


ATTIVITÀ FINANZIARIE | BANCHE

Attività per imposte anticipate (DTA) iscritte in bilancio – Trasformazione in crediti d’imposta – Novità del Ddl. di bilancio 2020

L’art. 1 co. 1079 della L. 145/2018 (legge di bilancio 2019) ha stabilito che le quote di ammortamento relative al valore dell’avviamento e delle altre attività immateriali che hanno dato luogo all’iscrizione di attività per imposte anticipate (deferred tax assets, DTA) cui si applica la disciplina sulla trasformazione in crediti d’imposta di cui all’art. 2 co. 55, 56-bis, 56-bis.1 e 56-ter del DL 225/2010 (conv. L. 10/2011) (c.d. DTA “qualificate”) e che risultano non ancora dedotte (ai fini IRES e IRAP) fino al periodo d’imposta in corso al 31.12.2017, sono deducibili in un arco temporale di 11 anni dal periodo d’imposta 2019 al periodo d’imposta 2029 (per i soggetti “solari”), con differenti percentuali, mentre, per il periodo d’imposta 2018 (per i soggetti “solari”), non è stata concessa alcuna deducibilità.… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 23 – “Ammortamenti e marchi, deduzioni rinviate al 2029 senza effetto sugli acconti” – Gaiani 


DIRITTO COMMERCIALE | ENTI NON COMMERCIALI
Divieto di distribuzione degli utili – Regime transitorio (risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 452)

Con la risposta interpello 30.10.2019 n. 452, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che il divieto di distribuzione diretta e indiretta di utili, condizione necessaria per la fruizione dei regimi fiscali di favore per diversi enti non commerciali, va inteso secondo la disciplina di cui all’art. 10 co. 6 del DLgs. 460/97 fino alla piena operatività del Codice del Terzo settore, decorrente dal periodo d’imposta successivo all’autorizzazione della Commissione europea di cui all’art. 101 co. 10 del DLgs. 117/2017 e, comunque, non prima del periodo d’imposta successivo di operatività del Registro Unico del Terzo settore. … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Limiti ai compensi per gli amministratori di enti non profit” – Rivetti 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 26 – “Sport dilettanti, doppio binario per i compensi” – Manfredonia – Sepio 


DIRITTO SOCIETARIO | SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA | DLGS. 17.1.2003 N. 6 | TITOLI DI DEBITO

Principali caratteristiche – Proposte di modifica (documento CNDCEC-FNC ottobre 2019)

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti, nel documento “Il finanziamento delle società a responsabilità limitata: i titoli di debito”, precisa, tra l’altro, che:
– non sembrerebbe possibile emettere titoli di debito convertibili in quote di partecipazione. Si ricorda, peraltro, come la massima I.J.3 del Comitato Triveneto dei Notai abbia ritenuto legittima una previsione statutaria che consenta un aumento di capitale riservato ai titolari di titoli di debito e da liberarsi tramite conversione di detti titoli;… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Titoli di debito di srl da “riabilitare”” – Meoli 


FISCALE | DIRITTO TRIBUTARIO IN GENERALE | MANOVRE FINANZIARIE | LEGGE DI BILANCIO 2020

Novità del Ddl. di bilancio 2020

Il Ddl. di bilancio 2020 prevede:
– la proroga al 2020 (e al 2021 se si effettua l’investimento con acconto pari almeno al 20%) dei c.d. iper-ammortamenti e super-ammortamenti;
– il rifinanziamento della c.d. Nuova Sabatini (105 milioni per il 2020 e 435 milioni dal 2021 al 2025);
– la proroga, per un anno, del credito d’imposta per la formazione 4.0;
– l’introduzione di un nuovo credito di imposta per gli investimenti verdi (si tratta di un credito di imposta del 10% per spese annuali fino a 60.000,00 euro relative a software e applicazioni 4.0, legato a progetti ambientali con obiettivi di decarbonizzazione ed economia circolare); … CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 5 – “Impresa 4.0 avanti immutata Mini bonus sulle spese verdi” – Fotina 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | DISPOSIZIONI GENERALI | ONERI DETRAIBILI

Detrazione IRPEF per gli interventi di recupero edilizio – Detrazione IRPEF/IRES per gli interventi di riqualificazione energetica – Proroga – Novità del Ddl. di bilancio 2020

Il Ddl. di bilancio 2020 proroga alle spese sostenute fino al 31.12.2020:
– la detrazione IRPEF di cui all’art. 16-bis del TUIR, attualmente nella misura del 50%, prevista per gli interventi volti al recupero edilizio;
– la detrazione IRPEF del 50% di cui all’art. 16 co. 2 del DL 63/2013 (c.d. “bonus mobili”);
– la detrazione IRPEF/IRES del 65% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, di cui all’art. 1 co. 344-347 della L. 296/2006 (l’aliquota rimane fissata al 50% per alcune tipologie di interventi, quali, ad esempio, l’acquisto e la posa di finestre comprensive di infissi e di schermature solari).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Proroga di un anno per ecobonus, recupero edilizio e bonus mobili” – Zeni 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | IRES | DIVIDENDI ED INTERESSI | DIVIDENDI ESTERI

Trust estero che emette titoli – Equiparazione ad una società per azioni – Holding di partecipazioni (risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 451)

La risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 451 esamina la tassazione della cessione di partecipazioni operata al momento della liquidazione di un particolare trust di diritto australiano, a favore di una società fiscalmente residente in Italia.
In particolare, posto che il trust in questione, a fronte della ricezione di un apporto di denaro, ha emesso titoli rappresentativi del proprio capitale, che sono stati attribuiti, attraverso il pagamento di dividendi in natura, ai soggetti che hanno effettuato l’apporto, che sono i soci della stessa società trustee, l’Agenzia afferma la riconducibilità:… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Trust estero che emette titoli assimilato ad una società per azioni” – Mauro – Odetto 


FISCALE | IMPOSTE DIRETTE | REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE | DETERMINAZIONE DEL REDDITO | COMPENSI IN NATURA

Autoveicoli in uso promiscuo ai dipendenti – Determinazione del fringe benefit – Novità del Ddl. di bilancio 2020

Il Ddl. di bilancio 2020 interverrebbe sull’art. 51 co. 4 lett. a) del TUIR, modificando la determinazione del fringe benefit per le auto concesse in uso promiscuo ai dipendenti.
Per gli autoveicoli, i motocicli e i ciclomotori concessi in uso promiscuo al dipendente, costituirebbe fringe benefit il 100% (non più il 30%) dell’importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15.000 chilometri calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio desumibile dalle Tabelle ACI, al netto degli ammontari eventualmente trattenuti o corrisposti dal dipendente.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Auto in uso promiscuo a dipendenti con fringe benefit interamente tassato” – Alberti
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 23 – “Stangata sulle auto aziendali: per gli utenti costi triplicati” – Caprino – De Stefani 
Dottrina Italia Oggi del 31.10.2019, p. 30 – “Una stretta sui fringe benefit” – Sironi 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | ALTRE IMPOSTE INDIRETTE

Imposta sul consumo dei manufatti in plastica con singolo impiego – Novità del Ddl. bilancio 2020

Il Ddl. di bilancio 2020 prevede l’istituzione di un’imposta sul consumo dei manufatti con singolo impiego (MACSI) con funzione di “contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o di prodotti alimentari”.
Il nuovo regime impositivo si applica se i manufatti:
– sono realizzati con l’impiego, anche parziale, di materie plastiche, costituite da polimeri organici di origine sintetica;
– non sono ideati, progettati o immessi sul mercato per compiere più trasferimenti durante il loro ciclo di vita o per essere riutilizzati per lo stesso scopo per il quale sono stati ideati.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Imposta sui manufatti in plastica per la tutela dell’ambiente” – Greco 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | ALTRE IMPOSTE INDIRETTE | ACCISE

Documento Amministrativo Semplificato telematico – Novità del DL 124/2019

L’art. 11 del DL 124/2019 prevede che, con determinazione del Direttore dell’Agenzia delle Dogane e monopoli, siano fissati i tempi e le modalità per introdurre, entro il 30.6.2020, l’obbligo di utilizzo del sistema informatizzato per la presentazione, esclusivamente in forma telematica, del documento di accompagnamento semplificato (DAS) di cui all’art. 12 del DLgs. 504/95, per la circolazione dei prodotti assoggettati ad accisa.
La misura, che ha una finalità anti-frode, interesserà soltanto la circolazione nel territorio dello Stato della benzina e del gasolio usati come carburante. … CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 24 – “Il Das elettronico scorterà le merci con accisa assolta” – Santacroce – Sbandi 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | OPERAZIONI NON IMPONIBILI | CESSIONI ALL’ESPORTAZIONE | COMUNICAZIONE DATI LETTERE D’INTENTO

Carburanti per motori e altri prodotti carburanti o combustibili – Immissione in consumo da deposito fiscale o estrazione da deposito di destinatario registrato – Dichiarazione di intento – Novità del DL 124/2019

Con riguardo all’impossibilità di utilizzare la dichiarazione di intento per le cessioni e le importazioni definitive di benzina e gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori per uso autotrazione (art. 1 co. 941-bis e 941-ter della L. 205/2017, introdotti dall’art. 6 del DL 124/2019), gli Autori rilevano, fra l’altro, quanto segue:
– sussistono ulteriori rischi di frode dovuti alla presenza di una deroga alla predetta esclusione concessa, a determinate condizioni, alle imprese di trasporto di merci e di persone di cui all’art. 24-ter del DLgs. 504/95;… CONTINUA»

Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 24 – “Nella vendita di carburanti arriva lo stop alle lettere d’intento” – Santacroce – Sbandi 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | DISPOSIZIONI GENERALI | PRESUPPOSTO SOGGETTIVO

Enti non commerciali – Assoggettabilità ad imposta del contributo per l’iscrizione a un campionato sportivo (risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 453)

L’Agenzia delle Entrate ha precisato, con risposta interpello 30.10.2019 n. 453, che, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 4 del DPR 633/72, non va assoggettato a IVA l’eventuale contributo straordinario richiesto in aggiunta all’ordinaria quota di iscrizione a un campionato sportivo e versato da soggetti che aspirano a partecipare alla competizione, pur non essendo associati dell’ente organizzatore.
Fermo restando che lo statuto dell’associazione istante sia conforme ai requisiti richiesti dall’art. 4 co. 7 del DPR 633/72, a giudizio dell’Amministrazione finanziaria, il contributo straordinario versato da soggetti che fanno parte di un’associazione diversa da quella che organizza la manifestazione non è soggetto a imposta, poiché consente esclusivamente la partecipazione al campionato sportivo, che costituisce un’attività istituzionale dell’ente, e non potrebbe neppure essere riconducibile alla fruizione di ulteriori prestazioni di servizi.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Senza IVA il contributo versato per la partecipazione al campionato” – Bilancini 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | FATTURAZIONE | FATTURAZIONE ELETTRONICA

Servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati – Proroga del termine per l’adesione (provv. Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 738239)

L’Agenzia delle Entrate, con provv. 30.10.2019 n. 738239, ha differito al 20.12.2019 il termine per aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici. La scadenza odierna viene prorogata per “recepire dal punto di vista tecnico e strutturale” le disposizioni contenute nell’art. 14 del decreto fiscale (DL 26.10.2019 n. 124), che prevedono l’integrale memorizzazione dei dati dei file delle fatture elettroniche.
L’ampliamento del perimetro di utilizzo dei dati delle fatture elettroniche per le attività ispettive della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Entrate deve essere attuato attraverso “l’adozione di idonee misure di garanzia a tutela degli interessati” e “sentito il Garante per la protezione dei dati personali” (art. 1 co. 5-ter del DLgs. 127/2015).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Adesioni al servizio di consultazione delle e-fatture fino al 20 dicembre” – Bilancini 


FISCALE | IMPOSTE INDIRETTE | IVA | OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI | LIQUIDAZIONE E VERSAMENTI | IVA DI GRUPPO

Omessi versamenti periodici – Calcolo del credito IVA 2018 – Modalità di compilazione del modello IVA 2019 (risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 449)

In caso di rateazione del versamento dell’IVA periodica omessa risultante da un controllo automatizzato, nella risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 449 è stato chiarito, fra l’altro, che il relativo credito:
– si costituisce nel momento e nella misura in cui sono eseguiti i pagamenti, anche a distanza di anni;
– potrà essere indicato in un apposito campo della dichiarazione annuale IVA relativa a ciascuno degli anni interessati.
Il chiarimento è stato fornito con riguardo alla procedura di liquidazione IVA di gruppo (art. 73 co. 3 del DPR 633/72), ma si ritiene d’interesse per la generalità dei sogget… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “La rata per l’IVA periodica omessa si considera nell’anno di pagamento” – Gazzera 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 26 – “Nell’Iva di gruppo il credito annuale dall’imposta versata nel periodo” – Ficola – Santacroce 


FUNZIONI GIUDIZIARIE | PROCEDURE CONCORSUALI ANTE DLGS. 14/2019 | CONCORDATO PREVENTIVO

Liquidazione del compenso del pre-commissario giudiziale (Trib. Benevento 12.4.2019 n. 338)

Sul tema della liquidazione del compenso spettante al pre-commissario giudiziale nel concordato con riserva, la recente giurisprudenza di merito è giunta a ritenere che, in assenza di una previsione normativa, la liquidazione deve essere compiuta applicando la disciplina in materia di liquidazione del compenso agli ausiliari del giudice.
Il Trib. Benevento 12.4.2019 n. 338 ha escluso che il compenso possa essere liquidato ai sensi dell’art. 5 del DM 30/2012, che non contempla la figura dei pre-commissari giudiziali.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Incerta la liquidazione del compenso del pre-commissario giudiziale” – Nicotra 


OPERAZIONI STRAORDINARIE | CESSIONE D’AZIENDA | ASPETTI CIVILISTICI | TUTELA DEI LAVORATORI

Successione nell’appalto di servizi – Trasferimento d’azienda – Applicabilità (Cass. 30.10.2019 n. 27913)

La Corte di Cassazione, nella sentenza 30.10.2019 n. 27913, ha affermato che, nel caso in cui un imprenditore succeda ad un altro in un appalto di servizi, i lavoratori licenziati dall’appaltatore cessato non hanno diritto all’automatico trasferimento all’impresa subentrante, ma occorre accertare in concreto se vi sia stato un trasferimento d’azienda ai sensi dell’art. 2112 c.c., ossia un passaggio di beni, strumentali all’attività d’impresa, di non trascurabile entità, del know how o di altri caratteri idonei a conferire autonomia operativa ad un gruppo di dipendenti.… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Diritto alla riassunzione se c’è trasferimento d’azienda” – Pasquale 


OPERAZIONI STRAORDINARIE | CESSIONE D’AZIENDA | ASPETTI FISCALI | IMPOSIZIONE INDIRETTA | REGISTRO

Base imponibile – Passività aziendali – Accollo – Inerenza (C.T. Reg. Piemonte 4.10.2019 nn. 1042/1/19 e 1043/1/19)

Con l’aiuto di alcune recenti pronunce della C.T. Reg. Piemonte (1042/1/19 e 1043/1/19) e della Corte di Cassazione (Cass. 888/2019), è possibile ricostruire i rapporti tra l’art. 43 co. 2 e 51 co. 4 del DPR 131/86, per applicare correttamente la disciplina (ai fini dell’imposta di registro) delle passività aziendali in caso di cessione di azienda.
Infatti, alcuni orientamenti della giurisprudenza (Cass. 24081/2015) ed il comportamento non sempre coerente degli Uffici dell’Agenzia hanno creato incertezza sulla possibilità di applicare l’imposta di registro sul valore dell’azienda al netto, ad esempio, dei debiti per il TFR “accollati” all’acquirente. … CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Valore dell’azienda al netto del TFR a prescindere dall’accollo” – Mauro 


OPERAZIONI STRAORDINARIE | SCAMBI DI PARTECIPAZIONI | OPERAZIONI DOMESTICHE | CONFERIMENTO DI PARTECIPAZIONI

Conferimento di partecipazioni in newco e patto di famiglia – Profili elusivi – Inesistenza (risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 450)

Con la risposta interpello Agenzia delle Entrate 30.10.2019 n. 450, l’Amministrazione ha affermato che il conferimento da parte di una persona fisica ex art. 177 co. 2 del TUIR in una newco della partecipazione totalitaria in una holding, cui segua la stipula di un patto di famiglia avente per oggetto il trasferimento della partecipazione di controllo della newco a favore dei tre figli della persona fisica conferente (i quali la eserciteranno tramite nomina di un rappresentante comune), costituisce uno schema operativo che non determina il conseguimento di indebiti risparmi di imposta né ai fini delle imposte dirette, né ai fini delle imposte indirette (ex art. 10-bis della L 212/2000).… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Conferimento di partecipazioni seguito da patto di famiglia legittimo” – Zanetti 
Dottrina Il Sole – 24 Ore del 31.10.2019, p. 26 – “Il conferimento e il patto di famiglia non sono abuso” – Albano 


PROFESSIONISTI | DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI | COMPETENZE | INCOMPATIBILITÀ

Carica di amministratore delegato in società di capitali – Profili critici (pronto ordini CNDCEC 14.10.2019 n. 149)

Con il pronto ordini 14.10.2019 n. 149 il CNDCEC ha affermato che, nell’ipotesi in cui un professionista iscritto all’Albo sia amministratore delegato – ma non socio – di una società di capitali cui partecipi, in misura rilevante ma non maggioritaria, un’altra società di capitali in cui lo stesso professionista detenga una partecipazione, anch’essa non maggioritaria, può ravvisarsi una situazione di incompatibilità ai sensi dell’art. 4 co. 1 lett. c) del DLgs. 139/2005 – derivante dall’esercizio dell’attività d’impresa per proprio conto – laddove si accerti la sussistenza di tutte le seguenti condizioni:… CONTINUA»

Dottrina Il Quotidiano del Commercialista del 31.10.2019 – “Possibile incompatibilità fra carica di amministratore e professione” – Morino 


SETTORI PARTICOLARI | INFORMATICA | COMMERCIO ELETTRONICO

Digital tax – Novità del Ddl. di bilancio 2020

Il Ddl. di bilancio 2020 apporta alcune modifiche alla disciplina dell’imposta sui servizi digitali (art. 1 co. 35 ss. della L. 145/2018):
– mantenendo inalterati sia la misura del prelievo (il 3% dei corrispettivi), sia la natura dei soggetti passivi (imprese che, singolarmente o a livello di gruppo, nel corso di un anno solare realizzano ricavi almeno pari a 750 milioni di euro a livello globale e almeno pari a 5,5 milioni di euro per l’attività italiana);
– prevedendo, però, specifiche esclusioni per determinate attività. … CONTINUA»

Dottrina Italia Oggi del 31.10.2019, p. 29 – “Digital tax, imposta su pochi” – Bartelli 

Informazioni sull'autore

Scrivi un commento